La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

mercoledì 12 dicembre 2007

I Diritti Fondamentali dell'Unione Europea valgono anche per il Veneto.

Valgono anche per il Veneto la Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea siglata ieri, 12 dicembre 2007.
Si tratta dei diritti che le Istituzioni dei paesi europei DEVONO garantire ai cittadini e che trovano uno stridente contrasto con quanto sta accadendo nel Veneto.
Ho caricato la pagina dei diritti all'indirizzo:
Questi diritti entreranno in funzione oggi, dopo la firma del Trattato Europeo che li richiama mediante un apposito articolo e che, proprio in virtù del trattato, diventeranno vincolanti per la formazione delle leggi in tutta Europa (solo Inghilterra e Polonia per ora saranno esentati dall'applicazione).
Mi sembra superfluo dire che estrema destra ed estrema sinistra, più altri hanno fatto gazzarra.
Comunque, il sito de LaStampa
riporta:
"Nonostante l'episodio, che per qualche minuto ha impedito ai tre leader di prendere la parola, Josè Manuel Barroso, Hans Goet Poettering e Josè Socrates hanno firmato la Carta, "riplocamando" lo storico documento. La carta dei diritti fondamentali ribadisce, in un unico, testo l'insieme dei diritti civili, politici, economici e sociali dei cittadini europei e di tutti coloro che vivono nel territorio dell'Ue. Interrompendo la cerimonia, i gruppi al Parlamento europeo hanno accusato il presidente della Commissione europea e a quello del Consiglio Ue di "ignorare il punto di vista dei cittadini europei" che vorrebbero il referendum per decidere di adottare la carta dei diritti fondamentali. Quasi tutti gli Stati membri hanno rinunciato al referendum, inclusi Inghilterra, Francia e Olanda che hanno sollevato l'ipotesi numerose volte. Solo l'Irlanda avrà una consultazione popolare.La firma di oggi ha un grande valore politico e simbolico per l'Unione europea, poichè formalizza il documento proclamato a Nizza nel 2000, che viene considerato la base per molte decisioni già molti giudici europei . Da domani, quando tutti i capi di Stato e di governo firmaranno il nuovo Trattato dell'Ue a Lisbona, la Carta dei diritti fondamentali assumerà valore giuridico vincolante per quasi tutti gli Stati membri dell'Ue. Il documento non varrà per Polonia e Gran Bretagna, che hanno negoziato una clausola d'esclusione."
Sono diritti che devono essere rispettati, ma soprattutto fatti rispettare dalla Istituzioni che DEVONO impedire che i cittadini Europei vivano sotto la minaccia di integralismi sociali che ritengono che solo con i campi di sterminio, nei confronti dei più deboli, può essere assicurata loro la "sicurezza".
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell'Anticristo