La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 8 dicembre 2007

Il Veneto e l'incitamento all'odio sociale

Negli anni ’70 la così detta “lotta armata” fu la risposto ai tentativi di colpi di stato di Valerio Borghese e della destra italiana con Andreotti e Moro.
Ora abbiamo un altro pericolo che pur non chiamandosi Valerio Borghese sta portando lo stesso pericolo.
Riprendo dal sito della Reuter:
---
MILANO (Reuters) - Il leader della Lega Nord Umberto Bossi ha detto oggi che il Carroccio ha il dovere morale di liberare il suo popolo da "questa Italia schiavista" e che il popolo è pronto ad attaccare. Bossi ha anche nuovamente bocciato l'idea di un partito unico del centrodestra sostenuta da Silvio Berlusconi.
"Abbiamo il dovere morale di liberare il nostro popolo da questa Italia schiavista", ha detto oggi Bossi in un intervento di una decina di minuti, rilanciato dai tg, davanti alla Prefettura di Bergamo nella manifestazione leghista a sostegno dei sindaci che hanno firmato provvedimenti anti immigrati irregolari.
"Il potere colonialista imbecille non capisce che il popolo aspetta solo il momento di attaccare, e quel momento verrà", ha detto Bossi.
Il prefetto di Bergamo ha inviato una lettera di richiamo al sindaco leghista di Caravaggio, nel Bergamasco, che aveva disposto una circolare che nega l'autorizzazione al matrimonio per gli immigrati irregolari, sottoscritta da tutti gli altri sindaci leghisti della provincia.
Bossi ha poi bocciato il partito unico del centrodestra, nuova iniziativa politica del leader dell'opposizione Silvio Berlusconi: "I partiti non si possono comprare, la Lega ha una sua identità e non si può entrare in un partito unico in cui non ci sarà nessuno a difendere il popolo della Padania".
Il leader della Lega è tornato a chiamare "moralmente alla lotta il popolo della Padania".
---
Sono pesanti queste affermazioni e solo gli irresponsabili le confinano nel folclore. In cinque anni al governo questo personaggio non solo si è fatto gli affari suoi, ma ha saccheggiato la società civile.
Migliaia di persone sono costrette alla miseria e spesso chi urla contro di loro sono gli stessi che li riducono alla miseria morale e fisica costruendo un conflitto nella Regione Veneto che verrà pagato dalle persone della classe sociale più bassa: non certo dagli “imprenditori” che di quella miseria sono i beneficiari.
Sono pericoli. Pericoli gravi che possono essere fermati SOLTANTO dai magistrati per ripristinare la legalità democratica. Negli anni ’70 i magistrati erano legati al ventennio fascista e ne auspicavano il ritorno. Oggi si spera che la magistratura si sia rinnovata prendendo una maggiore consapevolezza del suo ruolo Istituzionale, ma le persone hanno bisogno di segnali tangibili, di Istituzioni affidabili e invece le sentono sempre lontano, spesso invischiate nei loro affari privati.
Il Veneto ha bisogno di magistrati con consapevolezza delle istituzioni, non dei Candiani, dei Palombarini, Calogero, Mastelloni, Ugolini, Pisani, Dalla Costa che si fanno gli affari loro. Lo so che è utopia, ma è così!
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo