La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

domenica 4 maggio 2008

Montegrotto, disagio sociale e razzismo istituzionale

Mentre il sindaco di Montegrotto, Luca Claudio, sui cartelloni elettronici fa scrivere provocazioni come questa:
04 maggio 2008

Il sindaco degli editti elettronici «Clandestini liberi di stuprare»

Il tazebao elettronico di protesta l'aveva già sperimentato in autunno, quando invitò gli abitanti di Montegrotto (Padova) a espatriare. «Vivrete meglio da immigrati in un'altra nazione che da cittadini nel vostro paese», aveva fatto scrivere sui tabelloni dove di solito scorre l'elenco dei servizi comunali.Ora Luca Claudio, il sindaco della città termale recentemente transitato da Alleanza nazionale alla Destra, ha fatto il bis, dopo che un errore procedurale ha scarcerato un marocchino irregolare accusato di aver violentato una quattordicenne nella vicina Este: «Cari cittadini, i clandestini in Italia possono stuprare i vostri figli! La giustizia non c'é più!!!». I punti esclamativi sono tutti suoi.Sindaco Claudio, sono davvero efficaci quelle scritte?«Che quel clandestino abbia lasciato il carcere è un fatto intollerabile e agghiacciante. Il capo dello Stato e il governo hanno il dovere morale di risolvere il problema giustizia in Italia».I suoi tabelloni aiutano a risolvere il problema?«È un modo forte di portare l'attenzione sulla lotta all'immigrazione clandestina, ma non è soltanto una provocazione. La sicurezza è stato uno dei temi della campagna elettorale, il centrodestra ha vinto, adesso è il momento di agire. Una persona accusata di un reato così grave non soltanto è uscita di galera per un cavillo, ma nessuno ha fatto niente per il fatto che era un clandestino. Noi sindaci siamo stati i primi a porre la questione sicurezza in modo chiaro, adesso dobbiamo premere perché si cambino le leggi».Punire i magistrati che sbagliano?«Io non punto il dito contro pm, giudici o avvocati. È il nostro sistema giudiziario che ci rende ridicoli in tutto il mondo. La gente chiede conto a noi sindaci di questi problemi, e sono stufo di rispondere: è il sistema. Qualche tempo fa un clandestino irregolare è stato preso in flagranza mentre rubava in un capannone qui vicino; il mattino dopo i carabinieri erano ancora a scrivere il verbale e lui in piazza a bere il caffè. Non deve più succedere».A Montegrotto funzionano le ronde e le ordinanze anti-sbandati?

Tratto da: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=259023

A Montegrotto le persone si suicidano per disperazione e per fallimento esistenziale. Un fallimento esistenziale che vede nella mentalità espressa dal sindaco Luca Claudio origine ed effetto.

04.05.2008

La cena con i genitori, un salto al bar, uno scambio di sms con gli amici, poi l’estremo gesto nel parco di Villa Draghi a Montegrotto

Ventitreenne si impicca per delusione

In tasca poche righe di scuse vergate su un biglietto. È il secondo caso in una settimana

È racchiuso in poche righe, vergate a penna su di un foglietto, il mistero della morte di M.M., che si è tolto la vita l'altra sera impiccandosi nel parco di Villa Draghi, a Montegrotto. Chiedo scusa per questo gesto, ho avuto molte delusioni, non voglio più dare delusioni. Aveva 23 anni. Diplomato al "Severi" di Padova, faceva l'imbianchino. Abitava con i genitori. Il padre fa il vigilante in un albergo delle Terme. A scoprire il corpo del giovane è stato un parente della fidanzata. Ormai non c'era più nulla da fare. Dopo avere cenato con i genitori, il giovane è uscito e ha raggiunto gli amici al Night and day di via Plinia, locale che frequentava abitualmente. Avrebbe scambiato con gli amici alcuni sms per darsi appuntamento più tardi nel parco di villa Draghi. Poi la tragica scoperta. Aveva giocato a calcio come portiere nelle giovanili del Cittadella, poi come terzino nella squadra di Montegrotto e ad Albignasego.

Tratto da:
http://www.gazzettino.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Padova&Codice=3775631&Data=2008-5-4&Pagina=1

Per gente come Luca Claudio, l’uomo è creato ad immagine e somiglianza del suo dio e allora non si considera responsabile nel distruggere la vita delle persone, in particolare dei bambini, stuprandone il futuro costretti in ginocchio a pregare anziché essere forniti dei mezzi adeguati con i quali affrontare la loro vita.
A lui basta trovare della gente da criminalizzare indistintamente. In quello stile nazista e razzista che tanti danni ha fatto e sta facendo alla società civile. Così, anziché obbedire ai propri doveri di sindaco preferisce usare la sua carica e, come un dio onnipotente, usa i cartelloni elettronici della città di Montegrotto Terme, per i suoi scopi di incitamento all’odio sociale. E’ un criminale chi stupra e va perseguito per legge, ma è un criminale chi usa l’episodio per incitare all’odio razzista ed è un criminale chi, occupando dei ruoli istituzionali, omette i suoi doveri d’ufficio per costruire odio sociale.

Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo