La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 21 giugno 2008

Qualità e rappresentazione della mafia nel Veneto

Non ci sono solo i Toto Reina o i Provenzano che mettono in pericolo lo stato, ma tutta l’imprenditoria del veneto che sta costruendo la miseria di questa regione.

Yacht da sogno e decine di case
Smascherati 20 evasori totali a Treviso

Undici degli evasori avevano dichiarato un reddito pari a zero euro, 14 quelli che posseggono da 2 a 11 appartamenti, in un caso si raggiungono i 50 appartamenti a fronte di un reddito di poco più di 5mila euro

Treviso, 21 giugno 2008 - Non dichiaravano nulla al fisco ma si potevano permettere yacht da sogno e decine di appartamenti. È quanto la Guardia di Finanza di Treviso, nell'ottica di una sempre maggiore incisività dell'azione di servizio, volta ad aggredire patrimoni e beni di lusso di proprietà di individui sconosciuti al Fisco, ha scoperto sviluppando una specifica attività d'intelligence mirata verso coloro che si erano, di recente, fatti la barca per una spesa superiore ai 100mila euro. L'elaborazione delle notizie così ottenute ha consentito di selezionare 20 possessori di imbarcazioni con valore dichiarato tra i 100 ed i 600mila euro i quali, a breve, dovranno spiegare con quali risorse economiche hanno effettuato l'acquisto.
Nel dettaglio l'azione ha permesso di individuare un gruppo di 111 soggetti acquirenti delle imbarcazioni nei confronti dei quali si è proceduto ad approfondire la situazione reddituale e patrimoniale. Il quadro investigativo, di per sè importante, si è aggravato allorquando le Fiamme Gialle di Treviso hanno riscontrato l'effettuazione di movimenti di capitale in Italia e con l'estero, le cointeressenze in società, la proprietà di immobili e di autovetture di lusso.
"Emblematica è - spiegano le Fiamme Gialle - la casistica dell'evasore trevigiano che si è presentata agli occhi degli inquirenti: 11 sono coloro che hanno dichiarato un reddito pari a 0 euro, 14 quelli che posseggono da 2 a 11 appartamenti, in un caso si raggiungono i 50 appartamenti a fronte di una dichiarazione dei redditi di poco più di 5.000 euro annui. Altrettanto significativa è la posizione di un soggetto, residente in provincia, che ha trasferito all'estero oltre 500mila euro per motivi non commerciali, mentre, per il fisco italiano risulta essere, da sempre, un evasore totale".

Tratto da:

http://qn.quotidiano.net/2008/06/21/98805-yacht_sogno_decine_appartamenti.shtml

Avete mai visto Gentilini mandare i Vigili Urbani a controllare questi delinquenti?
No! Mai!
Perché i Vigili Urbani di Treviso sono usati come squadracce per vessare i poveri accusati da Gentilini, aprioristicamente, di essere delinquere mentre Gentilini stesso mette in atto azioni feroci e criminali contro la Costituzione della Repubblica e alimenta l’incitamento all’odio razziale. Agire contro la “delinquenza” è solo una scusa che Gentilini usa per coprire il suo odio feroce contro la società civile che dimostra la sua miseria morale. Una miseria morale che è ben rappresentata, da un lato da questi personaggi scoperti che dimostra quale sia la morale dell’ambiente imprenditoriale Trevigiano, molto simile alla mafia e dall’altra parte a quell’esplodere di povertà sociale che sta mettendo in grave pericolo l’economia del paese.
Chissà se l’insicurezza e l’incertezza che hanno oggi i commercianti di treviso riusciranno ad attribuirla al vero responsabile, Gentilini e compagni, oppure cercheranno il “cinese” di turno da incolpare per i loro fallimenti. E si, perché la miseria sociale porterà loro a fallire.

Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it