La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 30 agosto 2008

Imprenditori veneti: delirio morale da onnipotenza imposto negli oratori.

Ha pensato: “Tanto, questa, che cosa vuole? E’ una prostituta! Che diritti pretende di avere?”.
E’ un imprenditore veneto, abituato ala violenza per ottenere quello che vuole. Addestrato negli oratori a sentirsi dio padrone nei confronti di persone che, secondo lui, non hanno diritti nei suoi confronti. Tanto più le persone sono socialmente deboli, tanto meno diritti sociali hanno. Tanto più si è vicini al ruolo di dio padrone e tanto maggiori sono i diritti che si vantano nei confronti delle persone.
Si tratta dell’ideologia cattolica che gentaglia come Bagnasco vuole imporre con la violenza al paese e che le Istituzioni, almeno alcune, tentano di arginare per come possono nell’attesa che sorga, se sorgerà, una mentalità e una morale Costituzionale capace di guidare i comportamenti delle persone.
Questa mentalità si presenta sempre con sfaccettature diverse a seconda della situazione in cui si presenta, ma è sempre il prodotto del delirio di onnipotenza voluto ed imposto nelle parrocchie. La malattia imposta dal monoteismo e che porta le persone ad ignorare che nella società hanno dei doveri e dei limiti che sono essenzialmente IL RICONOSCIMENTO DEGLI ALTRI COME PARTE DELLA SOCIETA’. Come il dio padrone dei cristiani macella l’umanità pretendendo l’impunità e la sottomissione delle persone, così chi è educato all’interno delle parrocchie agisce per distruggere la società pretendendo impunità per i propri delitti e la sottomissione delle persone ad una sua pretesa autorità. Un’autorità che, nella sua psiche malata, deriverebbe da dio e dalla sua onnipotenza.

Riporto la notizia di oggi. L’ennesimo delirio di un imprenditore veneto:

NEL VERONESE
Aggredisce e ferisce una prostituta
Arrestato un imprenditore rodigino

Il 42enne avrebbe preteso dalla lucciola, di 18 anni, prestazioni oltre il pattuito. La ragazza è riuscita a sottrarsi dalle violenze e a scappare. L'uomo è in carcere a Verona, è accusato di tentata violenza sessuale e lesioni

Rovigo, 29 agosto 2008 - E' stato accusato di tentata violenza sessuale e lesioni nei confronti di una prostituta romena di 18 anni. Protagonista della vicenda un 42enne rodigino, titolare di alcune aziende, che è stato arrestato.
Il fatto è accaduto nel veronese, lungo la strada regionale 11 nel comune di Sona. L'uomo durante la notte si sarebbe appartato con la giovane prostituta a bordo della propria autovettura. Durante il rapporto la ragazza avrebbe ricevuto richieste di prestazioni oltre il pattuito, ma l'insistenza dell'uomo, che avrebbe cercato di costringerla, ha provocato la reazione della giovane che è riuscita a fuggire subendo anche lievi lesioni al corpo.
Sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri che stava perlustrando la zona, richiamata dalle urla della ragazza. L'uomo, che ora si trova in carcere a Verona, è stato arrestato per tentata violenza e lesioni.
Tratto da:
http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/rovigo/2008/08/29/114669-aggredisce_ferisce_prostituta.shtml


C’era un tempo (e non molto tempo fa) in cui i magistrati favorivano comportamenti come quello di questo imprenditore. Erano magistrati più legati all’odio sociale cristiano che non alla morale Costituzionale. Poi, dopo il 1968 le cose hanno iniziato a cambiare. Un numero sempre maggiore di magistrati si è responsabilizzato nel proprio ruolo di “guardiani della Costituzione”, anche se ancora troppi magistrati preferiscono favorire chi è socialmente più forte e disprezzare le tensioni di giustizia nella società.
Eppure la società italiana dovrà pagare ancora un alto prezzo per uscire dall’odio che i cristiani impongono per impedirgli di costruire il proprio futuro fra le nazioni civili.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it