La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

venerdì 10 ottobre 2008

Molto probabilmente la bufera delle borse, in questo momento, sembra passata. Almeno per ora.

In questo momento la bufera dei mercati è un po’ passata.

I mercati borsistici hanno toccato il fondo.

Ora c’è la conta dei cadaveri.

Le banche hanno strozzato le imprese nel tentativo di far rientrare i fidi e le imprese hanno venduto massicciamente i titoli in portafoglio.

Il mercato interbancario non funziona più da parecchi giorni e sembra che le banche abbiano bloccato un certo numero di bancomat nel tentativo di rallentare i prelievi da parte dei loro clienti.
Alcune operazioni di ritocco sono in corso sui conti correnti.

I cadaveri si cominciano a contare ora e sono generati da tre fattori:

1° - ricchezza non distribuita nelle società ad imitazione del modello economico reganiano che ha strozzato ogni tentativo di ridistribuzione della ricchezza consentendo le banche di strozzare l’economia reale;

2° - Aumento della disoccupazione, con tre fattori; a) tagli dell’occupazione per “ridurre le spese” (come se l’occupazione fosse un costo e non il soggetto che produce ricchezza), b) licenziamenti per il fallimento delle aziende che non possono far fronte alle spese, c) disoccupazione per la crisi di sottoconsumo derivata dalla mancata distribuzione della ricchezza e per l’indebitamento dei consumatori gravati da mutui e da prestiti nonché gravati da perdite di denaro investito nei fondi comuni di investimento o in vari investimenti finanziari che porta i consumatori a contrarre le spese.

3° - Fallimenti nel comparto commerciale e dei servizi che porterà ad una quantità di manodopera sul mercato.

Questa “conta dei cadaveri” durerà un paio d’anni in quanto molti imprenditori, nell’euforia della “delocalizzazione” hanno portato sia le produzioni industriali all’estero che supportato l’economia dei paesi emergenti. Dal momento che solo l’industria manifatturiera è il soggetto capace di produrre ricchezza, che poi le banche accumulano, ne consegue che avremo un impoverimento di tutto l’occidente e un arricchimento dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina con un aumento del peso economico del G4.


La prossima fase economica sarà condizionata da due tipi di scelte:

1°) Il numero di dirigenti, funzionari, imprenditori e amministratori che finiranno in galera;

2°) Dalle regole che il mercato saprà darsi e la determinazione con la quale applicherà tali regole;

E’ un discorso etico:





Un discorso morale che gli uomini dovranno fare in riferimento alla loro vita.
Se non faranno quel ragionamento, da lunedì si ricomincerà a preparare le nuove truffe.
P.S. Dimenticavo, anche la pubblicità sui mezzi di comunicazione verrà ridotta.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it