La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 14 marzo 2009

Dichiarazioni laiche e azioni clerico-nazi-fasciste.

Le interferenze criminali e terroristiche della chiesa cattolica, contro la Costituzione della Repubblica e il DOVERE dei cittadini di gestire il proprio corpo che le Istituzioni hanno il DOVERE di garantire, continua con metodi sempre più violenti e illegali. E’ l’esempio della ripetizione della votazione al Senato a proposito della legge sul testamento biologico.
Da un lato ci sono le parole vuote di Fini con cui si maschera la violazioned elle leggi, delle norme e delle Istituzioni e dall’altro lato ci sono le azioni con cui si favorisce l’odio sociale della chiesa cattolica violando i principi fondamentali della Costituzione.
Dice Gianfranco Fini:

CHIESA: FINI, LAICITA' ISTITUZIONI PRINCIPIO IRRINUNCIABILE
MA QUESTOA NON NEGA L'ESERCIZIO SUO MAGISTERO MORALE
14 marzo, ore 17:09

Roma, 14 mar. - (Adnkronos) - "La laicita' delle istituzioni e' un principio irrinunciabile". A sottolinearlo e' stato Gianfranco Fini nel messaggio inviato all'assemblea dei 'Riformatori liberali'. Il presidente della Camera auspica che l'incontro e il confronto tra la "cultura dei riformatori liberali e quella proveniente da altri percorsi" possa costituire un "fattore di arricchimento del dibattito delle idee e della qualita' della vita democratica nella comune consapevolezza che la laicita' delle istituzioni e' un principio irrinunciabile, la cui affermazione non nega alla Chiesa l'esercizio del suo magistero morale".

Tratto da:
http://www.adnkronos.com/IGN/Politica/?id=3.0.3108696134

Affermazioni vuote e offensive per i cittadini in quanto il parlamento non ha mai ribadito la Costituzione contro le pretese di terrore della chiesa cattolica. Come per la regolamentazione delle coppie conviventi o delle coppie omosessuali: il parlamento si è inginocchiato davanti alla chiesa cattolica disprezzando il dettato Costituzionale. Cosa che Gianfranco Fini se ne guarda bene dal dire. E mentre Fini riempie di parole la laicità con la stessa tecnica della propaganda elettorale. Al Senato si offendono le Istituzioni per imporre principi immorali, criminali e costituzionalmente TERRORISTI:


BIO-TESTAMENTO:
MARINO, RESTA IMPIANTO ANTICOSTITUZIONALE DDL

(AGI) - Roma, 11 mar - “E stato respinto l’emendamento del partito Democratico, ma la notizia piu’ negativa e’ che si conferma nell’art. 6 il fatto che la legge fa riferimento esclusivamente ai pazienti in stato vegetativo”. Parla, al termine della seduta della commmissione sanita’ del Senato che ha approvato gli articoli 5 e 6 del ddl Calabro’ sul testamento biologico - Ignazio Marino. “Dal punto di vista del lavoro sugli altri articoli - spiega Marino conversando con i giornalisti - io sono soddisfatto che almeno sia stato cancellato il ricorso al notaio, e sopratutto che la durata del testamento sia stata spostata a cinque anni accogliendo il mio emendamento. Un passo nella direzione giusta, ma in una legge che io continuo a considerare anticostituzionale e contraria al principio di voler andare incontro alla possibilita’, per un cittadino, di poter lasciare delle indicazioni sulle terapie. L’impianto della legge resta dunque un impianto anticostituzionale, un impianto che non va incontro alla possibilita’ del cittadino di indicare delle scelte per il momento in cui non si potra’ piu’ esprimere e soprattutto diventa una legge che si limita alle persone in stato vegetativo”.(AGI)
Tratto da:
http://www.stato-oggi.it/archives/00089490.html


E’ la vergogna nazionale. Quella in cui i parlamentari violano continuamente la legge fondamentale dello Stato costringendo la Corte Costituzionale a rimediare alle loro violenze che, nel frattempo, hanno sparato nella testa dei cittadini. Trasformare le persone in oggetti di possesso. Bestie da macellare a maggior gloria del dio padrone, questo è l’obiettivo di personaggi che stanno lavorando per ricostruire lo stato fascista senza che altre Istituzioni e persone che dovrebbero essere le garanti della Costituzione intervengano.
Parole e chiacchiere con cui declamare la laicità dello Stato e fatti con cui distruggere la Costituzione negando ai cittadini la fruizione della Costituzione stessa.
E’ una vergogna!
Marghera, 14 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it