La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 30 marzo 2009

In Veneto i cittadini eleggono i sindaci affinché possano chiedere tangenti

A Padova i cittadini eleggono i sindaci per le mazzette?
Interessi privati in atto pubblico?
Concussione o corruzione?
Si sono analizzate le "idee" di questo personaggio nell'insieme sociale in cui sono state espresse?
No!
Al di là di come lui veicolava le sue intenzioni, queste si sono espresse nei fatti: volontà di tangente. E i cittadini? Lo sentivano come uno di loro: il furbo che riesce là dove ognuno di loro avrebbe voluto arrivare!
Termini tecnici e giuridici per definire un comportamento che in parole esatte si chiama FARSI GLI AFFARI PROPRI ALLA FACCIA DEI CITTADINI.
Anche a “sinistra” succede? C'è sempre qualcuno che fa fessi i cittadini. A sinistra, spesso, si candidano personaggi di destra, o personaggi clericali, nel tentativo di ingraziarsi ladri e imbroglioni (come Ottaviano del Turco).
Nei partiti di governo E’ LA REGOLA!
Si tratta di legittimazione dei sistemi mafiosi con cui si gestisce il territorio: così avvenne lo scempio del territorio e il traffico di schiavi! Con questa mentalità. Mentalità di mafia (le chiamano tangenti, frutto dell’estorsione) vengono trattate le condizioni dei cittadini. E il Popolo delle Libertà, nel suo congresso ha sancito la legittimità di questi comportamenti quando Berlusconi ha invitato i cittadini all’ottimismo e ad avere fiducia: come questo sindaco!
Il Popolo delle Libertà è pieno di criminale inquisiti. Berlusconi stesso, per i suoi crimini, ha preteso una legge che lo sottraesse dal giudizio.
Ne vedremo ancora molti di questi episodi anche se solo in minima parte giungeranno nelle aule di tribunale.

Padova. Tangenti, 1 anno e 8 mesial vicesindaco di Villafranca
Arrestato a metà marzo, in casa la mazzetta da 20mila euroDodici mesi anche all'imprenditore edile che lo aveva pagato


PADOVA (30 marzo) - Giuseppe Conte, vice sindaco di Alleanza nazionale di Villafranca Padovana, è stato condannato a un anno e otto mesi con la sospensione condizionale della pena. Il vicesindaco era stato arrestato il 14 marzo scorso per aver intascato una tangente di 20mila euro dall'imprenditore edile Adriano Rossetto. La tangente, l'ex vicesindaco, l'aveva ricevuta nella propria abitazione dall'imprenditore Adriano Rossetto, che ha patteggiato la condanna, anche per lui sospesa, a 12 mesi di carcere.La "mazzetta" avrebbe dovuto facilitare la trasformazione urbanistica di un terreno di proprietà dell'imprenditore, da agricolo ad edificabile.

Tratto da:
http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=52828&sez=NORDEST



E’ la degenerazione in senso cattolico del tessuto sociale del Veneto.
Ancora non si è compreso la misura di questa crisi, eppure, sarebbe bastato conoscere l’ABC dell’economia sociale.

Marghera 31 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it