La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

giovedì 30 aprile 2009

In Veneto è normale picchiare i bambini: un dovere religioso. Purché sia fatto da genitori e suore cattoliche.

Picchiare bambini in Veneto è una cosa normale. Basta che a farlo siano i padroni-genitori o le padrone suore di un qualche asilo o istituto.
La magistratura non interviene con capi di imputazione pesanti, ma minimizza gli atti.
Gli stessi magistrati trovano del tutto normale che i bambini siano picchiati.
E’ una delle vergogne del Veneto in cui si forma un sodalizio criminoso fra cattolicesimo e comportamenti genitoriali di vera e propria violenza sulle donne e sui minori. Violenza che poi viene fissata mediante la derisione e la minimalizzazione degli eventi.
Se dai uno schiaffo a una persona che fa di mestiere il magistrato vieni accusato per un atto di terrorismo; se lo dai ad un bambino, che è il soggetto portatore di diritti Costituzionali, viene trattato come fosse un dovere.
Dopo si creano le condizioni per lo spaccio di droga fra i giovani, si alimenta il bullismo e le aggressioni, si alimentano i comportamenti violenti fra i giovani e si deresponsabilizzano i genitori e gli insegnanti (specie quelli cattolici) per non aver fornito ai ragazzi strumenti adeguati con cui affrontare la loro esistenza.
E’ una delle vergogne sociali del Veneto.
Riporto l’articolo:

Treviso.
Botte al figlio di 7 anni:
padre allontanato e indagato per maltrattamenti

TREVISO (29 aprile) - Avrebbe picchiato il figlio ripetutamente, tanto da mandarlo al pronto soccorso. Per questo un uomo, residente con la famiglia nel trevigiano, è stato allontanato dalla sua abitazione per disposizione del pm di Treviso: è indagato per maltrattamenti nei confronti di uno dei suoi bambini, un piccolo di 7 anni. Secondo l'accusa l'uomo avrebbe ripetutamente picchiato il bambino, rendendo necessario in un paio di occasioni il suo ricorso alle cure del pronto soccorso, dove i medici avrebbero riscontrato lividi giudicati guaribili in pochi giorni.


Fonte:
http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=56479&sez=NORDEST


Fra qualche giorno sarà la giornata contro la pedofilia e la violenza nei confronti dell’infanzia, ma la vergogna sociale dell’educazione cattolica continua.
Il principio cattolico secondo cui: “La verga e la correzione danno saggezza, ma il fanciullo abbandonato a sé stesso sarà la vergogna di sua madre” Proverbi 29, 15 continua ad essere applicato in assoluto disprezzo del dettato Costituzionale.
Scusa, ma che centrano le "suore cattoliche"? Chiedetelo ai magistrati quante indagini hanno aperto sui luoghi di detenzione chiamati asili e come hanno trattato i vari casi!

30 aprile 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

1 commento:

  1. Ragazzi, vi siete rotti le palle di vivere in
    mezzo ai bigotti?

    RispondiElimina