La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

martedì 7 aprile 2009

Si mangeranno i soldi delle sottoscrizioni: finanziare i terremotati con l'otto per mille in favore dello Stato.

Si mangeranno tutti i soldi degli aiuti salvo, forse, qualche briciola.
Quando daranno qualche cosa di sottoscrizione, sarà dato con un secondo fine.
Briciola che spesso sarà devoluta all’amico dell’amico.

Come sono cinico in questo momento di disgrazia!
A cosa vado a pensare, mentre le televisioni sono organizzate a spargere emozioni e distruzione. Le televisioni sono organizzate a far piangere le persone.

E’ che questi sono i politici che abbiamo e queste sono le strutture di assistenza. Nulla toglie al lavoro della protezione civile che ha dimostrato un adempimento del dovere che va citato ad esempio. Dietro, poi, arrivano gli altri. La Mercegaglia che chiama a raccolta i sindacati per aiutare gli industriali abruzzesi: gli industriali abruzzesi hanno mai diviso i profitti con gli operai o con i sindacalisti della CGIL? Un governo che ha appena finito di sputare addosso ai lavoratori della CGIL ora li chiama a raccolta!

Istituzioni pronte a usare bande armate dei Vigili Urbani per aggredire accattoni, zingari, lavavetri, donne che frequentano le strade. Questi delinquenti, senza rispetto per la Costituzione e per i diritti civili, secondo voi, aiuteranno i poveracci terremotati?
Non fatemi ridere: si dovranno aiutare da soli o diventeranno merce di scambio per le varie mafie politiche di turno.

Chiunque porta loro qualche cosa è, per loro il benvenuto, ma noi, che non siamo terremotati, dobbiamo guardare alla realtà con occhi oggettivi.
Come per i cappuccini di Mestre, tanto buoni; sfamano i poveri; ma a loro i poveri fanno schifo perché i poveri hanno bisogni e desideri da poveri e non si limitano a mettersi in ginocchio e a soffrire, come piace loro, ma reclamano almeno la soddisfazione dei bisogni fondamentali.

Questa maggioranza politica sta derubando i cittadini. Come lo so? Per troppe ore le televisioni sono focalizzate sull’Abruzzo per non pensare che Berlusconi non stia nascondendo delle porcherie.

La gente, sollecitata, darà quello che potrà. Già Sacconi li ha rapinati di sangue quando non serviva. Perché?

Date pure spazio al vostro trasporto emotivo, ma sappiate che non aiutate i terremotati. Basterebbe poco, basterebbe che il governo dichiarasse che l’otto per mille firmato per lo stato sarà usato per i terremotati dell’Abruzzo e non servirebbero sovvenzioni! Sarebbe più onesto e non si rapinerebbero i cittadini della loro sensibilità.

07 aprile 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it