La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 16 maggio 2009

Giulio Tremonti, lo spirito santo e il profeta Silvio Berlusconi che ai lavoratori in crisi: "In verità, in verità ti dico... che il peggio..."


Proviamo ad analizzare le affermazioni di Tremonti che appaiono sulla stampa il 16 maggio:

"Con la discesa in campo dei gover­ni e della politica il rischio dell'apocalisse fi­nanziaria globale non c'è più. La crisi continua, ma come tutte le crisi avra' un termine e molti indicatori lo anticipano".

Quel “avrà un termine” non indica né come né quando e, tanto meno, come le persone devono fare fino a quel termine. Un termine di crisi che Tremonti attribuisce alla fine della sua crisi finanziaria, ma che le persone aspettano per il loro lavoro e la loro esistenza.

"L'Italia non ha il re­cord del peggio, come tanti si aspettavano, ma molto dipende da noi, dalle imprese, dalle ban­che, dai consumatori".

Il peggio è peggio del peggio. Perché mentre in molti paesi la consapevolezza della crisi è una condizione immediata dei cittadini, data la stampa che informa, l’impedimento alla stampa e alle TV di informare imposto da Berlusconi e Tremonti che linciano, attraverso minacce ed aggressioni, i giornalisti che fanno informazione accusandoli di “diffondere catastrofismo”, quando la soglia di percezione della crisi sarà superata, si trasformerà in violenza sociale: ma per allora il governo pensa di aver già pronte le camicie nere o verdi con l’olio di macchina.

"Il fantasma del crollo mondiale si e' manifestato in Islanda. Fu allora -spiega Tremonti- che i governi decisero di intervenire. Ora autostrade, poste e Iva ci dicono che la caduta si e' arrestata. La nostra Borsa recupera piu' delle altre".

E’ vero che i governi e le confindustrie si sono messe al riparo dalla crisi, ma licenziando, usando la cassa integrazione e alimentando la capacità delle banche di aggredire il territorio e gli artigiani. L’Iva non dice che la crisi è superata, semmai il contrario, visti i dati che sono arrivati e vista la diminuzione del potere d’acquisto delle persone. Visto il crollo del commercio internazionale.

"A fine anno, forse, anche i numeri del prodot­to interno lordo saranno migliori di quelli di oggi"

Confidare nello spirito santo e nella pantomina del “In verità, in verità ti dico che devi aver fiducia nel fine anno...” è una presa per i fondelli nei confronti delle migliaia di persone che vengono in questo momento licenziate e per le centinaia di migliaia di persone che non sono in grado di pagarsi le ferie viste le prospettive, quest’estate.

"e' giusto chiedere che la Fiat tuteli l'occupazio­ne in Italia". E sui manager afferma: "Nel pubblico, an­che con la Rai, stiamo spingendo all'autoridu­zione degli stipendi".

Dove tutto il resto sa di beffa: cosa significa ridurre gli stipendi ai dipendenti RAI? Che cosa significa allontanare 50.000 lavoratori dalla scuola? Che cosa significa aggredire l’occupazione nella sanità? Significa aggredire la circolazione del denaro e ricattare tutti gli altri lavoratori affinché non ci sia un adeguamento degli stipendi: SIGNIFICA ALIMENTARE LA SPIRALE DELLA CRISI ECONOMICA!
Non solo non esiste un piano economico, ma esiste un’assoluta indifferenza da parte di Giulio Tremonti e Silvio Berlusconi nei confronti della crisi economica che suona come un insulto, un’ingiuria, una derisione, per tutti i lavoratori che in questo momento si trovano in pessime condizioni i vita.
Un giorno, forse, le migliaia di navi portacontainer ferme al largo delle coste Cinesi saranno chiamate nei porti per essere caricate. Forse, un giorno. Ma intanto sono ferme con un aggravio dei costi per ogni armatore che vede le economie mondiali ferme. Se il Giappone non esporta, anche l’economia Veneta muore su sé stessa. Qualche operatore riuscirà a sopravvivere un giorno, quando la crisi avrà aggravato tanto le condizioni di vita delle persone da aver distrutto questo presente: per la gloria dello spirito santo, Giulio Tremonti, Silvio Berlusconi.

16 maggio 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento