La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

giovedì 11 giugno 2009

Gli abiti da sposa sverginati: Life death love loss mostra d'arte di Damson.


La mostra si intitola "Life death love loss".
Damson è un’artista presente a Venezia ed espone al palazzo Zenobio, Dorsoduro 2596 in una mostra curata da Fabio Anselmi e che resterà aperta dal 07 giugno al 07 luglio 2009.
Damson espone i suoi vestiti da sposa bianchi con una macchia rossa delle mestruazioni o della rottura della verginità.
Dice Damson, nome d’arte di Melissa Wauchope,

“Le opere gravitano attorno al corpo, esaminando in particolare i nostri processi metabolici, riproduttivi e organici, i nostri impulsi istintivi e la fragilità della condizione umana.”

In realtà la Damson descrive un modo di marchiare la donna come bestiame.
Una marchiatura che se ha perso, dopo il femminismo, gran parte del proprio significato, rimane tuttavia uno dei simboli della sottomissione come appropriazione della verginità (vedi il recente caso di Noemi) o dell’orrore che la chiesa cattolica ha imposto, per le mestruazioni femminili.

Il discorso, nei suoi aspetti religiosi, che appare attraverso la mostra d’arte di Damson lo trovate all’indirizzo:

http://www.religionepagana.it/damson.html

E’ la vita che determina la necessità dell’individuazioni del religioso nel mondo in cui viviamo.
Così vediamo riaffiorare nell’arte presentata a Venezia (Melissa Wauchope, abita vicino a Venezia) nell’ambito della 53^ biennale e contorno, le istanze proprie della Religione Pagana come necessità i liberazione dell’uomo dalle costrizione cattoliche e cristiane in generale.
11 giugno 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento