La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 22 giugno 2009

Nel padiglione del Gabon alla Biennale, Yvette Berger Owanto racconta l'Africa e la vita!


Dal padiglione del Gabon in Campo S. Salvador a Venezia, in occasione della Biennale d’Arte, una lezione di ideologia e di vita per i Veneti.
Yvette Berger, in arte col nome della madre Owanto, presenta la sua opera sull’Africa.

http://www.religionepagana.it/yvettebergerowanto.html

Il discorso della Owanto è il discorso che andrebbe fatto in Veneto. I Veneti dimentichi di vivere in un presente conflittuale che, comunque, genererà un futuro in cui i loro figli dovranno vivere, preferiscono saccheggiarlo e distruggerlo.
Imprenditori banditi e criminali; Istituzioni che dimenticano i loro doveri nel tentativo di arraffare e distruggere i diritti dei cittadini; cittadini che preferiscono aiutare la chiesa cattolica a stuprare i loro figli anziché fornire loro strumenti adeguati con cui affrontare il futuro che viene loro incontro.
Owanto raccontandoci l’Africa, ci parla della realtà del Veneto.
Le opere di Owanto che io presento nella lettura del Paganesimo Politeista e dello sciamanesimo, sono presentate in Campo S. Salvador a Venezia, presso Rialto e la mostra, nell’ambito della 53^ Esposizione Internazionale d’Arte, la Biennale di Venezia, saranno esposte fino al 22 novembre.
Se i veneti guardassero all’Africa imparerebbero a guardare il “tempo che viene loro incontro”. Però i Veneti sono ammalati di delirio di onnipotenza, così preferiscono ignorare il mondo per poter saccheggiare il loro presente costruendo, per i loro figli, una regione a misura di discarica di immondizie.

22 giugno 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento