La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 27 luglio 2009

Dalla discoteca "Il Muretto" di Jesolo al dopo estate dell'economia del Veneto


Cosa sta succedendo in Veneto in questa calda estate?
Cosa sta succedendo, mentre la Rai e Mediaset continuano a celebrare l’estate a suon di divertimento e di ballerine scollacciate (ma non troppo, solo per proporre...)?
Le fabbriche in crisi, continuano ad essere in crisi:


JESOLO (26 luglio) - Molti giovani avventori della discoteca "Il Muretto" di Jesolo sono fuggiti ai controlli della polizia di Stato abbandonando sul posto centinaia di pastiglie di ecstasy, hashish, cocaina, marijuana. Il blitz era scattato ieri sera dopo che al commissariato erano giunti vari esposti. Al momento del controllo nel locale c'erano circa duemila avventori, un numero piuttosto consistente che ha rallentato le ispezioni degli agenti iniziate dai bagni dove è stata trovata abbandonata sul pavimento la maggior parte della droga. Il blitz ha comportato il fermo della musica e, a quel punto, i gestori hanno annunciato lo stop della musica e il termine della serata. Mentre le persone si stavano portando verso l'uscita, un gruppo rilevante di giovani ha inveito contro la polizia e, per non pagare quanto consumato al bar, anziché passare per la cassa all'entrata ha fatto pressione sulle porte porte antipanico, spalancandole: decine di ragazzi sono fuggiti con velocità, sottraendosi così al controllo. L'intervento è stato però filmato dalla polizia scientifica. Non sono esclusi provvedimenti del questore nei confronti del locale


Tratto da:
http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=67296&sez=NORDEST

Mentre luglio sta andando in questo modo con le località di villeggiatura e vacanze che vedono un crollo delle frequenze, da parte dei turisti, qualcuno, le esportazioni e le importazioni stanno facendo acqua da tutte le parti.
Così da New Italia Press veniamo a sapere il 23 luglio 2009:

--


Roma - Riguardo l'Analisi per settore di attività economica, l'Istat rileva che nel mese di giugno 2009, rispetto a giugno 2008, le esportazioni registrano variazioni tendenziali negative per tutti i principali settori di attività economica ad eccezione dei prodotti dell'agricoltura, della silvicoltura e della pesca (più 13,9 per cento), dei computer, apparecchi elettronici e ottici (più 6,8 per cento) e degli articoli farmaceutici chimico-medicinali e botanici (più 2,2 per cento).
Tra i settori più rilevanti, si segnalano le diminuzioni tendenziali di coke e prodotti petroliferi raffinati (meno 27,6 per cento), mezzi di trasporto (meno 25,1 per cento), di cui autoveicoli (meno 30,9 per cento), apparecchi elettrici (meno 20,7 per cento), prodotti tessili, abbigliamento, pelli ed accessori (meno 20,3 per cento), di cui prodotti tessili (meno 24,6 per cento), metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (meno 19,8 per cento), articoli in gomma e materie plastiche, altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (meno 17,9 per cento) ed i macchinari ed apparecchi n.c.a. (meno 12,2 per cento). Tendenze negative, ma di entità molto più ridotta, riguardano i prodotti alimentari, bevande e tabacco (meno 3,8 per cento). Per le importazioni, considerando i principali settori, si rilevano variazioni tendenziali positive per i computer, apparecchi elettronici e ottici (più 23,7 per cento), gli articoli farmaceutici chimico-medicinali e botanici (più 16,5 per cento), gli articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) (più 5,8 per cento) ed i prodotti alimentari, bevande e tabacco (più 1,6 per cento). Le diminuzioni più significative riguardano metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (meno 56,7 per cento), coke e prodotti petroliferi raffinati (meno 56,5 per cento), petrolio greggio (meno 41,3 per cento), sostanze e prodotti chimici (meno 32,2 per cento), macchinari ed apparecchi n.c.a. (meno 28,8 per cento), il gas naturale (meno 24,1 per cento) e i mezzi di trasporto (meno 12,2 per cento).
News ITALIA PRESS

Questi dati, relativi al rapporto fra giugno del 2009 e il giugno del 2008 si sommano ai dati negativi del giugno del 2008 rispetto al giugno 2007. Infatti, il 5 settembre 2008 la stampa diffondeva dati di importazioni ed esportazioni che dicevano:

Per le esportazioni, si e' registrato un andamento negativo in quasi tutti i raggruppamenti principali per tipologia di beni; riduzioni superiori alla media hanno riguardato i beni di consumo durevoli (-13,7%) e i prodotti intermedi (-6,4%), mentre un incremento significativo e' stato rilevato per l'energia (+23%). Per le importazioni, solo il comparto dell'energia ha registrato un incremento (+43,6%); le maggiori flessioni hanno riguardato i beni strumentali (-10,8%), i prodotti intermedi (-6,6%) e i beni di consumo durevoli (-6%).
venerdì 5 settembre 2008


Appare evidente, da questi dati, come la situazione di crisi economica del giugno del 2009 si sommi alla situazione di crisi economica del giugno del 2008 rispetto al giugno del 2007.
Data questa situazione sono da prevedere leggere riprese nelle esportazioni che non stanno a significare la “fine della crisi”, ma un incancrenirsi della crisi dove continuano i fallimenti industriali iniziati nel 2008 a cui si aggiungono i fallimenti industriali nel 2009. Alla diminuzione delle importazioni ed esportazioni del giugno del 2008 rispetto al 2007 si somma la diminuzione, ulteriore, delle importazioni ed esportazioni nel 2009 rispetto alla già consistente diminuzione del 2008.

Con questi dati sulla situazione economica, appaiono del tutto coerenti i comportamenti dei giovani alla discoteca di Jesolo: solo la droga allontana lo spettro della desolazione sociale ed economica.
Tutto è stato fatto, in questi anni, dalle Istituzioni del veneto per aggravare la situazione sociale ed economica. Galan ha lavorato per distruggere l’economia Veneta e, a quanto pare, ci è riuscito assieme a Gentilini, Tosi, Bitonci e compagni.
I duemila avventori della discoteca “Il Muretto” di Jesolo, abbandonando centinaia di pasticche di ecstasy, hashish, cocaina, marijuana, dimostrano qual è la realtà sociale che Galan ha costruito in Veneto.
La scarsità dei turisti in Veneto e l’attività di troppi amministratori tesi ad aggredire i turisti per assicurarsi dei profitti, fa prevedere un autunno catastrofico.
Dopo questa crisi, nulla sarà più come prima e il peggio non può essere immaginato da chi si nutre di speranza disperata.

27 luglio 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento