La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

giovedì 10 dicembre 2009

Fallite le ronde; i vigili urbani si trasformano in squadracce fasciste? Solo se i magistrati saranno complici!


Le squadracce naziste di Tosi?
Non è lui che ha buttato l'immagine del Presidente della Repubblica per sostituirla con quella dello stupratore di bambini Ratzinger (è sottoposto a processo per complicità in stupro negli USA e l'Irlanda ci sta riflettendo; oltre alla certezza delle minacce che ha reiterato contro chi denunciava la pedofilia dei preti cattolici) e di quello che fu arrestato col bambino nudo e incitava all'odio razzista che è stato appeso in croce?


Ha buttato nel cesso la Costituzione della Repubblica, e i doveri che gli impone, per appendere il delirio di onnipotenza, proprio del nazismo, rappresentato da Ratzinger e dal crocifisso.


Dopo essere stato condannato per incitamento all’odio razziale, vediamo come lo stesso odio sia, di fatto, praticato da bande di picchiatori di stampo nazista che usano la Costituzione per pulircisi il culo. Forti della complicità omissiva di Schinaia, che preferisce i principi del dio padrone dei cristiani che non le norme della Costituzione, hanno trasformato Verona in una città di odio e di violenza.
Un tempo i Vigili Urbani dovevano essere al servizio della città, oggi si sono trasformati in una banda criminale che usa le istituzioni per attentati terroristici finalizzati a destabilizzare la Costituzione della Repubblica.
Da un lato favoriscono le attività criminali e illegali dei vescovi nello stupro e nella violenza ai minori (costringono i minori in ginocchio davanti ad un crocifisso per privarli dei loro diritti Costituzionali) e dall’altro usano la violenza, il ricatto e l’intimidazione, nei confronti dei cittadini ridotti alla miseria.
TERRORISTI!
E per terroristi non si intende solo quei vigili che hanno fatto le azioni, ma la responsabilità deve essere estesa ad ogni vigile che non ha vigilato per prevenire tali azioni fra i suoi “complici”.
Non c’è altro modo per definire questi vigili urbani che facendosi forza di Istituzioni che dovrebbero servire, attentano alla società civile al fine di ricostruire lo stato fascista. Già Schinaia ha dimostrato grande comprensione per queste attività di terrore, specie nell’occasione dell’aggressione che egli ha ricevuto; per contro ha dimostrato, in ciò che ha fatto e in ciò che non ha fatto, ma che avrebbe DOVUTO fare, un grande disprezzo per la società civile. Più complice del delinquente Tosi che non obbediente al suo giuramento alla Costituzione.

Riporto la notizia, e che costituisce oggetto di indignazione assoluta, ed invito chi legge a non visitare una città di Vigili Urbani criminali come Verona!




Clochard svegliato a calci dai vigili:
è polemica a Verona/ Video choc
«Mi hai svegliato con i piedi o no?»: l'accusa del senzatetto

avallata dai due ragazzi che hanno girato il filmato col cellulare



VERONA (9 dicembre) - Un senzatetto cerca riparo dal freddo nel cortile del Tribunale cittadino ma viene svegliato dai vigili che gli chiedono di andarsene. I testimoni, due ragazzi, affermano che lo abbiano preso a calci e documentano la scena con un video girato con il telefonino e caricato successivamente sul web. Il video ha un audio molto disturbato, ma le frasi iniziali sono distinguibili. Il senzatetto chiede in modo concitato alla vigilessa: «Mi ha svegliato con i piedi! Dimmi, sì o no?».I vigili continuano, chiedono all'uomo di andarsene, poi si rivolgono ai ragazzi - «Lei non può fare il video» - che si rifiutano di fornire le generalità. Rispondono in modo provocatorio: «Mi chiamo Flavio Tosi». A quel punto arriva la polizia, i ragazzi dicono di essere stati intimati a cancellare il video è allora che scappano, vengono inseguiti, presi: identificati e rilasciati con una segnalazione per oltraggio, interruzione di pubblico servizio e violazione della privacy.Il video però lo hanno salvato: finisce sul sito del collettivo Metropolis, su Youtube e poi su Youreporter. Inizia così il tam tam sul web trascinato dalle polemiche dei lettori. Alcuni componenti del collettivo sono stati denunciati dalla polizia municipale.
Tratto da:
http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=83634&sez=NORDEST
I poliziotti pretendono di linciare le persone senza che nessuno denunci i loro delitti: come nel caso Cucchi.
E’ il nuovo squadrismo che avanza e che usa la magistratura come arma di distruzione di massa nei confronti di chi enuncia le angherie subite.
Ricordo le minacce di morte e i ricatti che io ho subito da parte di Procuratori della Repubblica, torturatori e assassini, per garantirsi un ingiusto profitto. Criminali come Mastelloni, Della Costa, Ferrari, Ugolini Rita, Calogero, e altri avevano già pronta la denuncia se due poliziotti non avessero testimoniato che mi stavano torturando. Poi, per garantirsi il profitto hanno, manipolato i processi impedendomi la difesa usando l’organizzazione criminale denominata Ordine degli Avvocati per garantirsi di portare a buon fine i loro crimini.
E’ per questo motivo che Giorgio Napolitano mente sapendo di mentire: non c’è mai stato il rispetto delle leggi nei processi per chi chiedeva giustizia: SOLO TERRORE E MORTE. Di tanto sangue grondano le mani dei procuratori di Venezia, Treviso, Padova e Verona. Sangue che insozza le loro vite. Vite passate a garantire l’impunità a poliziotti torturatori o a squadracce di picchiatori fascisti composte da vigili armati. Sangue accumulato garantendo l’impunità a chi getta le persone dalle impalcature chiamando gli omicidi, incidenti.
Vigili armati che con le loro pistole minacciano di morte i bambini affinché si mettano in ginocchio davanti ad un crocifisso che amministrazioni comunali, con delibere illegali e criminali, impongono (Poliziotti, Vigili Urbani e criminali invocano il diritto alla privacy quando commettono delitti: che schifo! Siamo alle pretese dell'omertà mafiosa! Uno strumento pensato per tutelare i cittadini nella loro vita privata, diventa uno strumenti con cui Poliziotti, Magistrati, Vigili Urbani, Guardie Carcerarie e lo stesso Presidente del Consiglio usano per minacciare, ricattare, al fine di garantirsi l'impunità nei delitti che commettono a danno della collettività) .

Intanto, tanto per comprendere come razzismo e crocifisso rappresentano la stessa ideologia sociale e religiosa, Gentilini a Treviso, sì, quello condannato per incitamento all'odio, fa mettere un grande crocifisso davanti a municipio.

Razzismo e chiesa cattolica, son la stessa cosa: Gentilini, Mattiazzo, Scola, Tosi, perseguono lo stesso disegno criminoso: l'attentato alla Costituzione della Repubblica.
10 dicembre 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento