La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 25 gennaio 2010

Mattiazzo, lo stupro di minori e i maghi da strapazzo della chiesa cattolica chiamati esorcisti


Continua l’attività di terrorismo da parte della chiesa cattolica in Veneto. L’ennesima prova è il tentativo di Mattiazzo di legittimare l’attività criminale degli esorcisti con degli psichiatri di comodo.
Gli psichiatri possono solo imbottire di farmaci le vittime della manipolazione mentale della chiesa cattolica, non riparare alla violenza e allo stupro di minori che la chiesa cattolica mette in atto nei suoi lager che si continuano a voler chiamare scuole, seminari, parrocchie o oratori.

Lo psichiatra è un medico del “disagio in atto”. Usa le medicine come il chirurgo usa il bisturi. Interviene quando la patologia raggiunge eccessi tali da non poter più essere gestita dal paziente.
E’ la chiesa cattolica e la sua ideologia di morte e di distruzione che, nello stuprare la vita dei ragazzi,costruisce la malattia nelle persone.
E’ la violenza con la quale la chiesa cattolica stupra la psiche dei ragazzi costringendoli in ginocchio davanti al crocefisso che, una volta adulti, quando la vita impone loro di misurarsi con la realtà, questi ragazzi, una volta adulti, sanno solo far emergere il loro delirio di onnipotenza che, frustrato dalle condizioni sociali, si trasforma in depressione, nevrosi e quant’altro.
A questa distruzione della struttura psico-emotiva dei ragazzi partecipano attivamente i sindaci, gli amministratori del Veneto e dei magistrati nel Veneto, attraverso la loro personale e illegale interpretazione delle leggi e delle priorità giuridiche.
Che dire di un Zanonato (vale per ogni altro sindaco di Padova e di ogni schieramento politico) che non ha esitato a favorire l’esaltazione di un sanguinario criminale come Antonio da Padova? Davvero questi sindaci ritengono morale e legale macellare gli Albigesi e i Valdesi? Eppure, Zanonato, come i sindaci di Padova, pur di avere un pugno di voti, non esitano a commettere delitti di apologia di strage. Solo che quel pugno di voti viene pagato alimentando il disagio sociale che favorisce l’odio della chiesa cattolica e di Mattiazzo per la società civile.
L’uomo non è creato ad immagine e somiglianza di un dio pazzo cretino e deficiente; diviene nella vita e risponde alle sollecitazioni del mondo trasformandosi. Così i ragazzi violentati nella psiche e nelle emozioni (spesso anche nel corpo) dalla chiesa cattolica per costringerli in ginocchio davanti ad un crocifisso, nella loro crescita sviluppano tutte quella patologie psichiatriche che fa tanto piacere ai maghi da strapazzo della chiesa cattolica (leggi esorcisti) fino ad essere imbottiti di farmaci perché non hanno più nessun’altra possibilità, né soluzioni, con cui affrontare la loro quotidianità. Gli esorcisti cristiani sono i ciarlatani per eccellenza. Il modello sociale della ciarlataneria. Non esiste un "mago" da televisione, che truffi i cuoi clienti, che non abbia madonne, crocefissi, immagini di padre Pio (cosa, del resto, che caratterizza anche i mafiosi). Solo un "degenerato mentale" può indurre l'idea che qualcuno si impossessi del corpo di qualcun altro per giustificare la sua impossibilità di affrontare coerentemene la propria vita. E' un trucco, squallido e becero di Mattiazzo e compagni di giustificare l'impossibilità dei ragazzi, una volta adulti, di veicolare il delirio di onnipotenza, educazionalmente indotto dalla chiesa cattolica, nella società. "Non siamo noi cattolici che ti abbiamo "fottuto" è il diavolo che si è impossessato di te e che ti impedisce di essere onnipotente come Gesù nella società. Mettiti in ginocchi davanti a noi!"
Riporto le volgari ingiurie di Antonio Mattiazzo ai cittadini Italiani e alle norme della Costituzione a cui dovrebbe attenersi anziché spargere terrore fra i cittadini italiani:


Padova, esorcisti affiancati da psichiatri:
"Insieme contro le patologie depressive"
Un numero crescente di uomini e donne si rivolge alla Chiesa padovana sostenendo di essere vittima di “influenze maligne”.
Il vescovo Antonio Mattiazzo: "Il disagio di vivere è reale".
Da qui la decisione di affiancare due psichiatri ai cinque esorcisti della diocesi

PADOVA. E’ un segnale, l’ennesimo, del “disagio di vivere” che i sociologi giudicano sempre più diffuso. Un numero crescente di uomini e donne, molto frastagliato per età e condizione sociale, si rivolge alla Chiesa padovana sostenendo di essere vittima di “ influenze maligne”. A volte sono credenti, altre no. Molti sono convinti che una qualche forma di “possessione diabolica” stia minando la loro esistenza - dal matrimonio al lavoro, dai rapporti sociali al benessere psicofisico - fino a distruggerla. Patologie depressive, assai spesso. Non sempre, però. Ma come risponde il magistero religioso a questa richiesta di soccorso? Cosa fa un prete se una persona in evidente difficoltà - oppure i suoi diretti congiunti, allarmati da un comportamento anomalo, insano, inspiegabile - invoca la liberazione da un incubo che chiama demone? «Non possiamo certo abbandonarli a loro stessi», commenta il vescovo di Padova Antonio Mattiazzo a margine del tradizionale incontro con la stampa «perciò ho deciso di affiancare due psichiatri ai cinque esorcisti autorizzati ad operare nella nostra diocesi. Questa materia esige rigore scientifico e serietà assoluti. Le ripetute sollecitazioni che riceviamo dalla comunità ci inducono a prestare grande attenzione al fenomeno. Come cristiani sappiamo che il diavolo esercita un’influenza reale e attiva, non è una favola inventata per spaventare i bambini. Ma diffidiamo di chi vede presenze diaboliche dappertutto: quasi sempre si tratta di autosuggestioni dolorose, provocate da stati depressivi o isterici. In ogni caso, noi offriamo sostegno medico e un’assistenza pastorale».Di più, il vescovo non dice. Nel timore - tutt’altro che infondato in verità - che ulteriori accenni alla vicenda suscitino un fracasso mediatico sgradito a chi, silenziosamente, opera in quest’ambito. Perché i primi scettici, in materia diabolica, sono proprio gli esorcisti, sacerdoti di provata esperienza cautissimi nell’ammettere forme di influenza maligna sconosciute alla scienza ufficiale. Ancor più recalcitranti, poi, a certificare come satanisti i ladruncoli di ostie e paramenti sacri, oppure i cultori di sgangherate messe nere sui Colli Euganei: «Paccottiglia, bravate da quattro soldi», è la diagnosi «queste persone non sanno nulla di Satana, rubano una particola per provare l’emozione della trasgressione e ripetono formulette scopiazzate da chissà dove. Più che di un esorcismo, avrebbero bisogno di imparare a stare al mondo».
(24 gennaio 2010)

Tratto da:
http://mattinopadova.gelocal.it/dettaglio/padova-esorcisti-affiancati-da-psichiatri:-insieme-contro-le-patologie-depressive/1838268

Il terrorismo a Padova è sempre stato praticato con una violenza distruttiva nei confronti dei cittadini.
Oggi, ad aggravare la situazione, ci si mette anche la crisi economica. Come se le due cose non fossero legate fra loro.
Il terrorismo della chiesa cattolica è reale.
Agisce sui ragazzi stuprandone il futuro.
E’ questo che crea il disagio sociale. Davanti ad una società che richiede cittadini consapevoli, i cattolici spacciano un Gesù criminale che incita la razzismo e ad ammazzare chi non si mette in ginocchio davanti a lui legittimando la violenza con cui si costringono le persone a sottomettersi.
E’ il terrore che sta attraversando l’Italia e che emerge alla superficie con la cronaca di fatti quotidiani, spesso atroci, che non si possono ignorare.
Se le soluzioni per i casi in atto sono i farmaci degli psichiatri, la soluzione per la società è la cessazione del terrore cattolico. La modificazione della struttura educativa che, anziché violentare i ragazzi, fornisca loro strumenti adeguati con cui affrontare le sfide della vita.
Quanti morti e quanto disagio ha imposto la “vagina vergine della madonna dei cristiani” nella sua esaltazione del magnificat tanto decantato dai cattolici?
Milioni!
E ancora milioni ne dovremmo vedere nella nostra società.

25 gennaio 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento