La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

martedì 12 gennaio 2010

Si amavano tanto, disperati si sono suicidati: i quattro bambini, che si arrangino. Ideologia del catechismo cattolico: Onora il padre e la madre.


Altri due deficienti si sono suicidati in Veneto. Perché deficienti?
Perché da bravi cattolici hanno pensato solo a sé stessi. Hanno chiuso col mondo che procurava loro dolore e hanno aiutato ad entrare in una maggiore disperazione la convivente di lui con i suoi due figli e le due figlie piccole di lei.
Suicidandosi loro hanno risolto la loro situazione, ma hanno lasciato nella mer.da il futuro che loro stessi hanno generato dimostrando come i loro figli altro non fossero che bestiame.
E’ la disperazione del Veneto cattolico, quella disperazione che piace tanto ai preti cattolici e ai venetisti.
Una disperazione costruita dall’educazione cattolica che ha fissato l’attenzione di queste due persone sui loro personali problemi ignorando il mondo che li circonda. I problemi che li affliggevano non erano disastrosi, erano i normali problemi del vivere civile. Diventano assoluti, angoscianti, disastrosi, solo quando l’educazione cattolica disarma le persone e impedisce loro di appropriarsi di strumenti adeguati con cui affrontare il loro presente.
Se proprio devi suicidarti, almeno metti ordine nel mondo in cui vivi e porta a termine quello che hai iniziato.
Riporto la notizia:


Omicidio-suicidio nel Mantovano

I due trentenni erano veronesi
Un uomo e una donna della Bassa sono stati ritrovati morti, poco dopo le 13, all’interno di un’auto targata Verona, ferma nelle campagne tra Ostiglia e Cerea. Secondo gli inquirenti si tratta di un omicidio-suicidio tra amanti: l'uomo ha ucciso la donna sparandole e poi si è tolto la vita.

12/01/2010


Mantova. Avevano preparato tutto per togliersi la vita insieme, l’uomo e la donna trovati morti in un’auto nel Mantovano, e quando è fallito il tentativo con il gas di scarico, lui ha sparato a lei e poi ha rivolto l’arma contro se stesso. Le vittime sono Jenny Del Vecchio, 33 anni di Nogara e Mirko Andrioli, 35 anni di Legnago. I due avevano una relazione da qualche tempo ma le rispettive situazioni familiari, lui convivente e con due figli, lei da poco separata con due figlie piccole e ultimamente con problemi di salute, avevano complicato il rapporto. Sino a renderlo, ai loro occhi, impossibile e ad indurli alla tragica decisione di farla finita insieme, preparando tutto con calma. Avevano scelto di suicidarsi con il gas di scarico dell’auto, ma sembra che il primo tentativo sia fallito. L’uomo, però, avendo preparato tutto meticolosamente, aveva portato con sè una pistola, con cui prima ha fatto fuoco contro l’amante per poi rivolgere l’arma contro se stesso. A trovare i corpi nell’auto, un'Opel Corsa ferma in aperta campagna, alla periferia di Ostiglia, al confine con la provincia di Verona, sono stati i carabinieri, avvisati da un passante.


Tratto da:
http://www.larena.it/stories/Home/119116_omicidio-suicidio_nel_mantovano_i_due_trentenni_erano_veronesi/

Rifacciamo la solita domanda?
Domani, chi sarà il prossimo a suicidarsi in Veneto?
La chiesa cattolica che disarma i bambini davanti alla vita è la prima responsabile dell’induzione al suicidio delle persone; qualsiasi sia il problema specifico che angoscia le persone che si suicidano.
In secondo luogo i responsabili sono i politici e le amministrazioni locali che finanziano la chiesa cattolica che violenta il futuro dei ragazzi.

12 gennaio 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento