La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

venerdì 15 ottobre 2010

Che sia omicidio-suicidio; che sia suicidio; comunque sono segnali di disperazione di un Veneto malato da Istituzioni criminali


Forza di star seduti sulla riva del fiume a guardare cadaveri delle disperazione sociale del Veneto ci siamo raffreddati dal vento gelido dell’indifferenza sociale di Istituzioni in una regione che ha perso il senso del suo essere insieme sociale.
Situazioni di disperazione che giornalisti codardi isolano nel contesto privato anziché considerarli spie di un malessere diffuso da affrontare alle radici.
I suicidi in Veneto si susseguono, ma devono essere eclatanti per assurgere a fatti di cronaca. Devono colpire la morbosità di giornalisti perversi i cui articoli devono spingere a vendere più giornali. La normalità è tragica e drammatica e gli aguzzini della realtà sociale sono gli stessi che traggono vantaggi da una stampa che ignora i problemi sociali per criminalizzare il singolo cittadino costretto all’inadeguatezza culturale e progettuale del suo essere nella società.
Un cittadino violentato nei suoi diritti; costretto inginocchio davanti ad un crocifisso che esprime principi asociali e criminali e costretto ad ignorare i principi sociali, culturali e Costituzionali nei quali si deve e sui può costruire la propria vita.
Riporto il fatto come la stampa lo espone, ma sono consapevole che per un fatto di disperati di cui vengo a conoscenza, almeno altri venti vengono taciuti.
Riporto la notizia di stampa:


NEL PADOVANO
Stordisce il marito con i farmacie riempie l'auto di gas: lui muore
Abano Terme. La donna, ricoverata in gravi condizioni, aveva telefonato al figlio. Nell'auto dove è stata trovata la coppia ci sono gli appunti con le fasi del gesto
ABANO TERME (Padova) - Una coppia di coniugi è stata trovata esamine all’interno di un'auto ad Abano Terme (Padova). L’uomo era morto mentre la donna è stata ricoverata in gravi condizioni al locale ospedale. Secondo i primi accertamenti, si tratta di un caso di omicidio a cui è seguito un tentativo di suicidio. La coppia è stata trovata all’interno di una Punto grigia poco prima delle sette del mattino lungo la strada che va verso i colli da Abano a Montegrotto Terme. La vittima è Paolo Barotto, 56 anni, pensionato, mentre la moglie, Loretta Santinello, 54 anni, è cuoca in una casa di riposo. Secondo quanto si è appreso, la donna ha telefonato giovedì sera al figlio con il cellulare avvertendolo degli intenti suicidi. Poi ha spento il cellulare e inutili sono stati i tentativi prima del figlio e poi dei carabinieri di Abano Terme di entrare in contatto con lei. L’auto aveva i finestrini chiusi con del nastro adesivo. La donna ha lasciato diversi appunti con i quali pare abbia ricostruito le diverse fasi di quanto stava avvenendo dal fatto che aveva dato dei farmaci al marito, al fatto che lui aveva perso conoscenza, al collegamento del turbo di gomma tra gli scarichi del gas e l’abitacolo. A quanto pare, il gesto sarebbe riconducibile a problemi familiari legati alle condizioni dell’uomo. (Ansa)
15 ottobre 2010
Tratto da:
http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2010/15-ottobre-2010/coppia-auto-lui-morto-lei-fini-vita-1703956586947.shtml


La cronaca in Veneto si arricchisce di segnali che la società invia a gente come Maroni la cui unica preoccupazione è quella di usare la Polizia di Stato contro gli avversari politici per assicurarsi di violare le leggi impunemente e criminalmente. Aggredire chi chiede giustizia anche per favorire il suicidio dei disperati.
Noi che siamo sulla riva del fiume della vita osserviamo i cadaveri, ma questo perché noi viviamo della sensibilità nella società civile: quelli che adorano il crocifisso e disprezzano la Costituzione affermano: “Bene, comunque vada, altri due imbecilli si sono tolti dalle palle!”


Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

15 ottobre 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento