La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

martedì 25 gennaio 2011

Continua la saga dei suicidi in Veneto: eppure la disperazione che percepisco ne indicherebbe molti di più!


Continuano i sacrifici umani indotti mediante la depressione per elogiare il criminale in croce.
Bambini costretti a vivere una vita impotente si trovano a diventare adulti inadeguati, incapaci e spaesati.
Credo sia saltata ogni statistica relativa all’età dei suicidi.
Anche se la stampa cerca motivazioni personali per ogni suicidio, in realtà la motivazione generale è la stessa: i principi del criminale in croce vengono imposti ai bambini in sostituzione dei principi della Costituzione della Repubblica. Così, crescendo, i bambini si trovano inadeguati in una società che richiede consapevolezza nelle scelte e responsabilità nelle azioni. A forza di aspettare la provvidenza divina o il colpo di fortuna, si consuma la psiche e questi ex bambini si trovano vuoti e impotenti. Così si impiccano, si buttano dalle impalcature, si schiantano con l’automobile, si sparano in testa o si buttano ad annegare nel fiume.
Imponendo il crocifisso si fa una strage e nessuno vuol essere il responsabile di questa strage.
I responsabili sono quei politici che impongono il crocifisso ai bambini anziché essere rispettosi della Costituzione della Repubblica per quello che la Costituzione della Repubblica impone loro.

Valdobbiadene. Scompare da casa, ritrovata morta
Da domenica pomeriggio si erano perse le tracce di Daniela Agostinetto, 33 anni. Creata una task force per le ricerche, ma nella notte è stato ritrovato il cadavere della donna spegnendo ogni speranza


di Francesca Gallo
VALDOBBIADENE. Daniela Agostinetto ha deciso con tutta probabilità di togliersi la vita. Da domenica pomeriggio si erano perse le tracce dell'impiegata trentatreenne di Valdobbiadene. Ieri mattina la famiglia aveva sporto denuncia ed erano scattare le ricerche. Che si sono concluse nella notte con il ritrovamento del cadavere in via Roma, nei pressi della casa di riposo Geronazzo, all'interno dell'area dell'ex ospedale. L'ipotesi più accreditata è che la donna sia salita al terzo piano e poi si sia gettata nel vuoto. La giovane era uscita di casa senza cellulare, né soldi e documenti. Accanto ai genitori, a cercarla nelle scorse ore si sono mobilitati carabinieri, protezione civile, vigili del fuoco, forestale e soccorso alpino. Daniela si era allontanata a piedi. Intanto in tutta la zona era stata formata una task force per rintracciare la giovane e riportarla a casa. Imponente lo spiegamento di forze. Come base logistica era stata scelta via San Venanzio davanti alla nuova caserma dei carabinieri. Alla battute di ricerca hanno partecipato anche le unità cinofile. I carabinieri avevano diramato le ricerche con foto segnaletiche in tutta la provincia di Treviso. La giovane lavorava come responsabile fiscale della Coldiretti di Valdobbiadene. Da due settimane, però, era a casa dal lavoro. «Una bravissima ragazza, molto impegnata. Ultimamente non stava bene. Era un po' depressa e viveva dai genitori», fanno sapere gli amici. L'impiegata trentatreenne non si era mai allontanata da casa senza dare spiegazioni. Un gesto che ha fatto subito temere al peggio.
25 gennaio 2011


Tratto da:
http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2011/01/25/news/valdobbiadene-scompare-da-casa-ritrovata-morta-3259579



Si lo so!
Sto guardando dalla riva del fiume della vita i morti che galleggiano.
Purtroppo vivo la disperazione di un Veneto disperato che, comunque, produce meno cadaveri di quanto la disperazione che percepisco imporrebbe.
Ma tanto, non frega niente a nessuno.
I politici e gli amministratori locali sanno di non aver futuro: come il criminale in croce che predicava la distruzione delle società nell’imminenza della fine del mondo.
Domani conteremo altri cadaveri.
Non chiedete chi sarà il prossimo: ognuno di voi che legge è una potenziale vittima. Ognuno dei vostri figli, che avete ignorato nelle loro esigenze, è una potenziale vittima.
E ognuno di voi ne è il responsabile!


Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

25 gennaio 2011
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento