La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

domenica 6 febbraio 2011

Santeria e buffoneria cattolica: i cattolici producono i polli da spennare e odiano la concorrenza


Nelle foto: esempi di altari della Santeria, con Gesù e madonne che alimentano la speranza dei disperati. Esattamente come i preti cattolici!
---
Si tratta di mercato: come vendere un prodotto capace di soddisfare un target di bisogni imposti fin dall’infanzia.
Molto banalmente, dal momento che i “miracoli” li fa il crocifisso e la madonna, se vuoi che le persone ti paghino nella speranza di un miracolo, devi offrire qualcosa di suggestivo che abbia al suo centro il crocefisso e la madonna presentati in forma tali da suscitare aspettative.
Se non presenti crocifisso, madonna, padre pio o quant’altro, e persone non ti pagano nella speranza di avere il miracolo perché fin da bambini sono stati costretti e violentati a pensare che i miracoli avvengono solo coinvolgendo tali oggetti. Non è importante se l’oggetto madonna o l’oggetto crocifisso viene presentato nella forma del prete devoto, del Penna di Treviso o in forma di sacrificio animale. Il target di persone che può pagare per il miracolo è lo stesso che va a Lourdes, Madjugore a Compostela, o a Padova. Si tratta di rottami umani, strutture psico-emotive che vivono di grande sofferenza perché inadeguate a veicolare le loro pulsioni nella quotidianità. Le vittime della violenza cattolica che vivono la disperazione emotiva. Loro sono pronti a pagare per uscire dal loro dolore; il prete cattolico alimenta la speranza per mantenerle in uno stato di dolore: per loro, anche un pollo morto porta sollievo.
E’ ridicolo il sindaco di Pianiga che manda i vigili urbani perché qualcuno ha tirato il collo ad un pollo o ad un piccione in un modo un po’ strano, come se non si tirasse colli a polli o a piccioni tutti i giorni nelle varie case di campagna per mangiarseli.
Il vero problema è la violenza sui bambini che viene messa in atto dalla chiesa cattolica e che il sindaco di Pianiga Massimo Calzavara, come tutti i sindaci del Veneto, tollerano e quasi sempre favoriscono, distruggendo la struttura psichica delle persone trasformandoli in disperati alla ricerca del miracolo che risolve la loro vita.
Queste persone diventano le vittime di un vero e proprio business economico che alimenta i viaggi “della speranza” e riproduce la sottomissione psicologica in contrapposizione alle esigenze sociali imposte dalla Costituzione della Repubblica (in sostanza le Istituzioni, come quella del sindaco Calzavara, vengono meno ai doveri loro imposti dall’articolo 2 della Costituzione).
Ora faranno a pezzi Lucia Tummolo a Mellaredo. Però sia chiaro che, al di là della buffoneria finalizzata al guadagno con cui presentava la sua forma di “santeria”, il vero motivo per cui verrà “perseguita” è quello di aver osato mettersi in concorrenza col prete cattolico del paese e dei suoi esorcisti.
Doveva essere fermata prima. Non tanto per il pollo morto, ma per spacciare speranza ai disperati. Come va fermato il prete cattolico che truffa le persone col suo crocifisso o affermando che il mondo è creato da un dio pazzo, cretino e deficiente: qualcuno ci crede pure! Come per distruggere la vita delle persone si spaccia l’imminenza della fine del mondo quant’altro può dare sollievo a psiche malate. Mi sembra come la pubblicità televisiva: “Ti piace vincere facile!”. Così il sindaco Calzavara continuerà a costringere bambini in ginocchio davanti al crocifisso, ma metterà in campo tutte le forze possibili per distruggere Lucia Tummolo che ha tentato di approfittarsi delle vittime sacrificate dalla chiesa cattolica al suo dio padrone: a lui piace vincere facile. Contro il Vaticano non ci si mette!


Pianiga, riti magici con sacrifici animali
Pianiga. «Santera» smascherata da Striscia, il Comune manda i vigili per un'ispezione


MELLAREDO. Polli e colombe sgozzati, clienti invitati a pagare centinaia di euro per farsi aiutare dall'aldilà con riti di santeria e, al centro di tutto, la «santera» Lucia Tummolo, che ha il suo «Centro studi Amanthea» al civico 43 di via Noalese nord a Mellaredo di Pianiga. A far scoppiare il caso, qualche giorno fa, era stato l'inviato di «Striscia la Notizia» Moreno Morello che aveva anche acquisito da alcuni clienti della donna i video in cui si documentano le torture agli animali. Il sindaco di Pianiga Massimo Calzavara appena è venuto a sapere della vicenda, ha spedito sul posto la polizia municipale, ed annuncia di essere pronto ad ordinare la cessazione dell'attività di Lucia Tummolo. Qualche giorno fa Moreno Morello, dopo aver contattato alcuni clienti (ed avendone infiltrato anche un collaboratore) della santera aveva verificato come i collaboratori della donna fossero soliti, nel corso dei riti, uccidere e sgozzare polli e colombe. La santeria è una forma di magia afro cubana che prevede il sacrificio di animali vivi dopo riti cruenti. Morello dopo aver acquisito «le prove» ha compiuto una incursione negli studi televisivi dove Lucia Tummolo, nel corso di una sua trasmissione, stava dando i suoi consigli «magici» ai telespettatori. La donna facendo buon viso a cattivo gioco ha cercato di evitare «i danni» dell'incursione di Morello dicendo che nella sua casa non si erano mai verificati quei riti di santeria cubana. Riti che però erano certificati proprio dai video dei «clienti». Dopo la trasmissione di Canale 5 anche il comune si è mosso. «Appena ho saputo che questi fatti avvenivano nel territorio di Pianiga - spiega il sindaco Massimo Calzavara - ho attivato la polizia Municipale che si è recata sul posto. Ora bisognerà capire quale attività realmente svolga Lucia Tummolo a Mellaredo visto che come «maga», non risulta sia registrata nelle attività professionali o commerciali in comune». Da alcune verifiche all'ufficio commercio nell'abitazione in cui si trova «il centro studi Amanthea» è registrata olo una attività di vendita di bigiotteria». Se si è trattato di un esercizio abusivo di attività - dice il sindaco - farò un'ordinanza di cessazione dell'attività abusiva. Segnalerò inoltre a Guardia di Finanza e Procura della Repubblica ogni comportamento che prefiguri reati, o irregolarità anche di tipo fiscale» Infine la maga è finita anche nel mirino dell'Associazione animalisti 100%. «Nella notte tra il 3 e 4 febbraio, i nostri militanti hanno affisso uno striscione di protesta diretto alla veggente - spiegano - i e manifesti di liberazione animale davanti all'ingresso della sua abitazione».

Tratto da:
http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2011/02/05/news/pianiga-riti-magici-con-sacrifici-animali-3369828



D’altro canto, io pratico Stregoneria ormai da oltre 30 anni e la Stregoneria non può essere nemmeno lontanamente concepita come pratica da chi non rimuove almeno una parte del condizionamento educazionale cristiano.
Sotto molti aspetti, vale anche per le pratiche della Santeria. I buffoni ne riproducono la medesima forma apparente (o la ritualità, più o meno cruenta), a cui assistono come turisti a Cuba e non ne colgono il senso religioso. Per questo finiscono per riprodurne le forme apparenti, ma non il senso che, a differenza del senso della religione cristiana e cattolica in particolare in cui il senso è immediatamente individuabile come sottomissione assoluta, sfugge al loro modo di pensare il mondo. Chi è educato dal punto di vista cristiano cerca la sottomissione in ogni altra forma di religione (legame) del mondo perché tutto il resto sfuggendo alla sua comprensione sia psichica che intellettuale è come se non esistesse.
Cos’ì Lucia Tummolo riproduce le pratiche magiche dei miracoli del prete cattolico (e i risultati sono uguali) in una forma diversa, ma sempre all’interno della concezione della magia (in particolare l’aspetto cruento) che può rientrare nell’idea cristiana di magia. Come Abramo sacrifica suo figlio per far piacere al suo dio padrone, così Lucia Tummolo sacrifica la gallina per far piacere alla forma che assume il suo dio padrone. La sottomissione psico-emotiva di dipendenza dall’idea di un dio padrone è quella che hanno in comune sia il sindaco massimo Calzavara, sia Lucia Tummolo che il prete cattolico di Pianiga.
Indubbiamente sono più facili da vedere, per i vigili urbani di Pianiga, delle ossa di pollo che non le ferite psichiche imposte ai bambini dalla chiesa cattolica perché, feriti essi stessi, ritengono tali ferite, troppo spesso, “tratti del carattere”.
La Stregoneria è una cosa seria!


Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

06 febbraio 2011
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento