La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

martedì 31 maggio 2011

Pagus Veneto incontro del 9 giugno: "Antiche radici che danno nuovi fiori..."



Incontro mensile del Pagus Veneto.

Il tema del Pagus di giovedì sarà “Antiche radici che danno nuovi fiori...”.
Dopo aver portato le nuove statue nel Bosco Sacro, riteniamo importante discutere del loro significato...
La questione sta nella diversità fra la Natura degli Dèi e la forma con cui rappresentiamo gli Dèi.
Se noi, come Pagani, avessimo la stessa idea che i cristiani hanno del loro dio (magari estendendone la forma a molti Dèi) non saremmo diversi da loro: gli Dèi sarebbero dei padroni che chiedono deferenza.
Ma noi non abbiamo l’idea del dio come i cristiani hanno l’idea del loro dio. Noi non consideriamo il mondo fatto di oggetti dove noi, ad immagine e somiglianza del dio padrone dei cristiani, ci ergiamo a soggetti. Noi concepiamo un mondo di soggetti che agiscono, manifestano la loro intelligenza e progettano in base ai loro bisogni e ai loro desideri.
Mentre i cristiani (come i buddisti e tutti i monoteisti) uccidono il desiderio in quanto il desiderio li porta a ribellarsi alla morale e agli obblighi imposti dal loro dio, i Pagani disciplinano nel divino le loro azioni che veicolano i loro desideri nel mondo in cui vivono. Trasformano il desiderio nel motore della vita. Nella mitologia assistiamo a due tipi di desiderio che abbiamo rappresentato con le nuove statue nel Bosco Sacro a Jesolo Venezia: Venere e Apollo.
Afrodite, la figlia di Urano Stellato, viene identificata a Roma con Venere. Afrodite è il desiderio, è l’emozione in sé. A Roma si dice che i romani erano il popolo più religioso del mondo perché a fondamento delle loro relazioni col mondo c’era VENERE che come divinità si manifestava nella loro azioni mediante il venerare il mondo.
Apollo è il principio maschile della vita. Con Artemide prima e Apollo poi, Padre Zeus da il via alla generazione dei bisessuati. Il nuovo modo di trasformarsi e di divenire della Natura.
Venere e Apollo sono portatrici di principi etici, morali, giuridici e sociali che sono antitetici dei principi propri del cristianesimo. Basti pensare che a Venere-Afrodite come veicolazione del desiderio il cristianesimo oppone la vagina vergine della loro madonna: QUALE BESTEMMIA! Quanti bambini sono cresciuti fobici per l’imposizione di tale violenza. Quanti bambini furono stuprati e violentati dai preti cattolici per sottometterli all’immagine della loro madonna...

Che cos’è un Pagus?
E’ un incontro-confronto fra pensieri diversi relativi ad un tema di attualità legato alle tematiche civili con un grande impatto dal punto di vista religioso.
La differenza sostanziale fra essere cittadini in Veneto ed essere individui paurosi che omologano il loro modo di pensare e vivere la realtà come avessero paura di pensarsi il proprio essere soggetti portatori di diritti Costituzionali nella società civile. Il cittadino discute della società e della realtà in cui vive; il suddito obbedisce agli obblighi morali che il più forte gli impone.

Ogni Pagus ha un tema come oggetto della discussione. Tale tema viene approfondito e discusso in base alla visione del mondo e della vita dei partecipanti. La caratteristica del Pagus è quella di invitare le persone a discutere di un tema sociale importante, ma di non stabilire ordini o priorità nella discussione. Esiste la volontà di berci una birra e di mangiarsi, se si vuole un piatto di patatine fritte, una salciccia o una pizza.

L’incontro del Pagus si terrà a Padova giovedì sera, 09 giugno, dalle 20.45 in poi presso il Pub Mc Gregor in Via Tiziano Aspetti all’angolo con Via Zanchi, di fronte al Bingo. La puntualità non è necessaria . Basta, eventualmente, telefonare al numero: 3277862784.

I Pagus trattano di problemi di attualità visti dal punto di vista del Pagano. Il Pagano è il cittadino che provvede al futuro sociale, a differenza del cristiano che non deve preoccuparsi “di che cosa mangerà o di che cosa si vestirà” perché tanto, a lui, provvede il dio padrone (e poi non stupitevi se in Veneto qualcuno usa il coltello per appropriarsi di quello che gli necessita).

Chi vuole partecipare alla discussione il luogo di ritrovo è al Pub McGregor Via Tiziano Aspetti all’angolo con Via Zanchi a Padova davanti al Bingo alle 20.45.
Capisco che i partiti politici sono tesi a conquistare più voti possibile in vista dell’occupazione di ruoli Istituzionali, ma chi partecipa al Pagus non è attratto da interessi per l’occupazione di cariche Istituzionali, è interessato ad una birra e un piatto di patatine oltre che riflettere sul futuro della società in cui viviamo.

INFORMAZIONE VENETA
Per gli Organizzatori del Pagus Veneto

Nessun commento:

Posta un commento