La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

mercoledì 11 maggio 2011

Perché le prossime elezioni saranno vinte dalla mafia...




Alle prossime elezioni politiche vincerà la mafia.
Non importa quale partito politico prevarrà su un altro. Non importa se destra o sinistra riusciranno ad avvantaggiarsi: chiunque vinca, vincerà la mafia.

La mafia non è un’organizzazione basata su una congrega di persone che delinquono con degli agganci nelle Istituzioni. Questo è un aspetto della mafia. La mafia è un sistema mentale di relazione fra l’individuo e il mondo in cui vive e che trae forza dal principio cristiano: o servi dio o servi mammona.
Questo principio cristiano (che poi abbiamo terminologie come chiesa madre o mammasantissima proprio per indicare relazioni di dominio derivate dall’ “Onora il padre e la madre”) si trasferisce nella società e viene veicolato dai bisogni e dalle pulsioni dei singoli individui. Individui che sono costretti a veicolare le loro pulsioni solo all’interno di quei meccanismi.
La chiesa cattolica è la “mamma santissima” di ogni cattolico. Così la congrega religiosa è una mamma santissima. Un gruppo Massonico è una mamma santissima. Ogni Rotary è una mamma santissima. Ogni gruppo di potere e di relazione a cui aderiscono individui che di mestiere fanno i magistrati, gli avvocati, sono delle mamme santissime.
In sostanza, ad una mamma santissima, rappresentata dalla chiesa cattolica, corrispondono altrettante mamme santissime che vanno dai gruppi mafiosi e camorristi a quelle che in Italia si articolano in varie associazioni imprenditoriali, associazioni politiche-affaristiche (molto diffuse nella finanza), il cui scopo è quello di controllare le persone e farle funzionare per i propri scopi. La Confindustria le Associazioni degli Artigiani e le Associazioni dei Commercianti, sono delle mammasantissima.

Questi gruppi agiscono in ogni partito politico. Massimo D’Alema va alla beatificazione del fondatore dell’Opus Dei ben sapendo che il fondatore dell’Opus Dei è un criminale, stupratore di bambini, affarista e saccheggiatore della società civile, ma ritiene vantaggioso essere presente e rendergli omaggio. La sinistra politica italiana beatifica in egual misura il san Francesco dei cattolici e il Che Guevara dei cattolici entrambi fondatori del vuoto mentale e dell’incapacità di critica delle persone davanti al loro presente. Zanonato e i sindaci di sinistra e di destra delle varie città, dopo essere stati riportati all’ordine dalla Corte di Cassazione e dalla Corte Costituzionale per aver tentato di “far cassa” mediante la rapina dei cittadini usando dei provvedimenti arbitrari ed illegali, oggi tentano di far cassa sfruttando la prostituzione e lo spaccio di droga mediante provvedimenti sanzionatori assolutamente illegali e incostituzionali (come i T-red).

Questa idea imperante secondo cui i cittadini vanno rapinati in quanto i cittadini devono essere munti è un’idea mafiosa.
Il capo mafia, che può essere il sindaco della città o il presidente della regione, è colui che traffica per poter rapinare i cittadini e favorire, secondo i suoi interessi, questo o quel gruppo di mammasantissima all’interno del territorio che gestisce. Per questo chi protesta per le multe subite per aver sforato le quote latte, in base alle relazioni mafiose che costruisce, può avere dei vantaggi a discapito di chi le quote latte le ha rispettate. Per contro, i pescatori di Chioggia che non hanno costruito quella specifica relazione con quella mammasantissima, non beneficiano della medesima assistenza.

E’ una questione di relazioni mafiose in cui il politico di turno agisce come il capomafia del suo territorio e distribuisce il bene pubblico tenendo presente i propri vantaggi personali. Muraro aveva dei compiti come presidente della Provincia di Treviso? E allora perché le falde d’acqua alle porte di Treviso sono risultate (a quanto oggi risulta) inquinate di mercurio? Aveva “altro da fare”; aveva “interessi diversi”. Quando si parla di mafia nelle relazioni fra politici e cittadini si parla di attuazione di principi cattolici che vengono imposti mediante il crocifisso.
E’ come gestire il corpo delle donne. Dal punto di vista cristiano il corpo delle persone appartiene a dio, non alle persone. Dio come mammasantissima di tutte le mammesantissime
Quando i cristiani impongono il moralismo, lo fanno affinché le persone non veicolino a loro vantaggio la loro sessualità. Non usino il loro corpo. Quel corpo appartiene a dio, cioè al padrone. E’ il padrone che decide come usare il corpo delle donne (per esempio). Così il magnaccia è il dio che gestisce il corpo delle donne esattamente come lo vuole gestire il sindaco imponendo delle multe alle donne in modo assolutamente arbitrario e fantasioso. Infatti è la mafia che fa dire alla donne:


“L’anima mia magnifica il Capomafia, e lo spirito mio gioisce nel mio padrone, mio benefattore! Perché ha rivolto i suoi sguardi alla vagina e al culo nell’umiltà della sua serva. Ed ecco che fin d’ora tutte le generazioni mi chiameranno beata. Perché grandi bunga-bunga ha fatto in me. La mammasantissima il cui nome è santo. La sua misericordia si estende d’età in età su coloro che partecipano al suo bunga-bunga. Ha mostrato la potenza di Arcore, ha disperso gli uomini dal cuore superbo che cercavano l’uguaglianza e che chiamava “comunisti”. Ha rovesciato i D’Alema e i Prodi dai loro troni, e ha esaltato i Previti e i Dell’Utri. Ha saziato di beni i Mills, e rimandato a mani vuote i precari dell’Eutelia. Ha soccorso Gheddafi, di cui si riteneva servo e, ricordandosi della sua misericordia, lo ha bombardato, come aveva detto ai nostri padri Bush e Blair, proteggendo la stirpe di Ratzinger in eterno.” Luca 1, 46-55


Sia il moralismo che il commercio del corpo, sono di origine cristiana. Sono il controllo delle persone da parte del cattolico. Di dio e della mammona. Dove dio e mammona sono mammasantissima che deve arricchire il capobanda anche immiserendo la società civile. Nessuno ha detto che erano atti di terrorismo piazzare i T-red; o gli autovelox senza rispettare quelle norme legali che ha fatto dire alla Cassazione che quegli autovelox erano illegali. Nessuno ha parlato di rapina, col dovuto disprezzo. Si preferiva parlare di “far cassa”, meno forte come termine per la propaganda, ma altrettanto criminale nei comportamenti di sindaci che gestiscono le città col terrore. Che dire di gente corrotta come Zanonato o Achille Variati che speculano sulla truffa? Uno vendendo un criminale come san Antonio e l’altro i miracoli di monte Berico: entrambi favoriscono le truffe dei cittadini pur di far cassa. E vengono spacciati di “sinistra” come Orsoni. Eppure tutti usano gli stessi metodi criminali, sostituendosi alle leggi dello Stato con provvedimenti comunali, esattamente come Gobbo, Gentilini e Tosi. Trasformano le città in campi di concentramento.
Si dice che letizia Moratti abbia investito 20 milioni di euro per la sua campagna elettorale a sindaco di Milano. Se dovesse avere, per ipotesi, mezzo milione di voti lei avrebbe speso 40 euro a voto: che differenza c’è col voto di scambio della camorra? Ci sono delle differenze di distribuzione del denaro, ma se la carica di sindaco di Milano ha un tale valore economico, significa che è in grado, come sindaco di Milano, di fare affari per almeno 10 miliardi di euro e, come sindaco di Milano, calcola di rientrare delle spese che ha sostenuto per la sua campagna elettorale. Come? C’è una sola risposta: con le relazioni mafiose che intrattiene al di là che siano o non siano accertate dai magistrati o censurate come illegali. E’ facile immaginare, fra gli altri, gli affari con l’esposizione universale.
E’ un’ attività di mafia che abbiamo già visto in varie occasioni e che spesso consiste nel far eleggere a persone che si definiscono “di sinistra” degli integralisti di destra. Lo abbiamo visto con Cacciari a Venezia e lo vediamo con Renzi a Firenze. Alla fine è solo mafia. Alla fine rimane l’estorsione con l’erosione dei diritti dei cittadini.
Alle elezioni vinceranno i culi e i rosari: della società civile non frega nulla a nessuno.
La mafia non è un’organizzazione, ma un sistema mentale che consiste nel separare il singolo dalla società e lo costringe ad agire, nei confronti della società, come un arraffatore, un distruttore, un saccheggiatore di diritti, strutture e Istituzioni per il proprio vantaggio personale.

Ciò che stiamo perdendo è la società civile. Il patrimonio sociale diventa un patrimonio privato. Quando un Berlusconi si permette di distribuire posti politici alle sua amanti o agli amici degli amici, la mafia è diventata padrona dello Stato: lo Stato è Mafia!
Questa è la posta in gioco nelle elezioni. In queste e in quelle prossime.


Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!


11 maggio 2011
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento