La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

domenica 11 settembre 2011

Il disegno di eversione degli indipendentisti si alimenta della complicità degli imprenditori evasori fiscali.


Nelle foto: la mentalità criminale di alcune formazioni politiche in Veneto che formano l'umus criminale in cui i venetisti proliferano per distruggere la società civile.


---

Continua il terrore squadrista venetista in Veneto. Per impedire il finanziamento delle scuole pubbliche e i servizi sociali, dopo aver aggredito i cittadini, con l’aiuto di ordinanze criminali di sindaci complici che hanno privato cittadini deboli della possibilità di fruire dei loro diritti Costituzionali, i venetisti esaltano l’evasione fiscale e la delinquenza che sta distruggendo il Veneto all’interno di un disegno criminoso che tende a distruggere lo Stato Italiano.
Gli evasori sono dei criminali che sottraggono ricchezza alla società. Criminali che hanno prodotto migliaia di poveracci che sindaci codardi continuano ad aggredire con ordinanze criminali spesso ben viste dalla Polizia di Stato e da magistrati, complici e codardi, pronti ad affiancare il disegno eversivo.
I venetisti hanno un solo obbiettivo: consegnare il Veneto a Cinesi e Arabi dopo averne saccheggiato l’economia e distrutte le possibilità culturali mediante l’imposizione del crocifisso e di quella boiata pazzesca che chiamano “lingua veneta”. Come i venetisti, mediante la ferocia caccia all’extracomunitario, hanno favorito l’assunzione di extracomunitari e il licenziamento dei Veneti in quanto gli extracomunitari erano più facilmente ricattabili da quegli imprenditori che derubano i Veneti, così oggi, per costruire la miseria nella regione Veneto, trasformano i criminali che evadono le tasse e pagano in nero nei loro modelli ideologici di riferimento.
I venetisti, affiancando gli imprenditori evasori, si associano nell’attività criminosa diventando complici e collaboratori.
Riporto l’articolo:

Veto della questura, il monumento all'evasore vessato diventa una croce
Arzignano, il gruppo indipendentista Veneto Stato non ha ricevuto il permesso per collocare la statua davanti al Duomo

ARZIGNANO (Vicenza) – Doveva essere un «monumento all’imprenditore», con tanto di catene a simboleggiare il peso delle tasse, e doveva essere eretto nella piazza di Arzignano. Non è, alla fine, nessuna delle due. Su ordine della questura di Vicenza, che ne ha proibito la posa sul suolo pubblico davanti al Duomo, la statua portata ad Arzignano dal gruppo indipendentista Veneto Stato, «per esprimere solidarietà e sostegno al popolo degli imprenditori mistificati come un popolo di evasori». E l’annunciata «scultura dell’imprenditore incatenato», a simboleggiare il peso delle tasse, è diventata una croce di legno con affissi gli strumenti di lavoro di mille professioni: dal martello al computer, dalla calcolatrice al righello e fino a una rete di palloni.

Il manufatto, presentato come «il simbolo dell’imprenditoria veneta trafitta dalle menzogne tricolore», è stato svelato tra la curiosità dei cittadini e gli applausi dei duecento partecipanti che, per due ore, hanno sfilato tra le vie del centro di Arzignano. Un corteo indetto dal gruppo indipendentista veneto dopo le inchieste della Guardia di Finanza sull’evasione nel settore conciario, proseguito a suon di «liberateci dalle tasse» e «imprenditori martiri», e organizzato con uno scopo: «Dare una risposta alla mistificazione degli imprenditori – ha dichiarato il segretario di Veneto Stato, Lodovico Pizzati – e testimoniare la nostra solidarietà a una città, e una categoria di lavoratori, oggetto di una campagna di denigrazione».

G.M.C.
10 settembre 2011

Tratto da:
http://corrieredelveneto.corriere.it/vicenza/notizie/cronaca/2011/10-settembre-2011/veto-questura-monumento-evasore-vessato-diventa-croce--1901502746545.shtml

E’ la vergogna del Veneto.
Un pugno di squadristi stanno aggredendo la società civile con la complicità delle Istituzioni. Contano sulla complicità di decine di migliaia di criminali che evadendo le tasse e sfruttuando il lavoro nero hanno saccheggiato la regione Veneto e pretendono, come il crocifisso insegna, impunità per la loro attività criminale.

Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

11 settembre 2011
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento