La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

domenica 15 gennaio 2012

Ancora violenza ai ragazzi in Veneto ad opera del terrorismo cattolico: e vai col disagio sociale!



La sistematicità con cui giungono notizie di violenza ai minori negli istituti del Veneto è angosciante. La pratica cristiana di far violenza ai bambini e ai ragazzi al fine di imporre la fede cristiana viene riprodotta anche dalle istituzioni “laiche” che ritengono i ragazzi oggetti di possesso e, come tali, si ritengono in diritto di pestarli o di far loro violenza. L’ideologia del terrore di Platone e di Gesù continua ad insanguinare la società.
La pratica della violenza ai minori in Veneto è diffusissima e vede quasi sempre una complicità diretta e indiretta degli Organi Istituzionali che preferiscono imporre i principi di odio e di morte sull’infanzia. Principi di odio e di morte che sono rappresentati dal crocifisso che viene sostituito ai principi della nostra Costituzione della Repubblica.
Anche in questo caso i Magistrati non hanno elevato l’aggravante di terrorismo nei confronti di chi ritengono abbia messo in atto la violenza sui minori, per di più disagiati, rinchiusi in un lager che solo eufemisticamente viene chiamato, stando a quanto riportato, “istituto protetto per minori”. Un campo di concentramento che per l’omissione di controllo da parte della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Magistratura si era trasformato in un campo di tortura finché qualcuno non ha “rivelato”. Ma non dovevano essere i ragazzi a “rivelare” quanto avveniva, ma la Polizia di Stato avrebbe dovuto garantire il loro essere CITTADINI e non il loro essere oggetti di possesso e soggetti di violenze e tortura: erano stati condotti là con la forza della legge e la legge, anziché garantire loro i diritti, ha consentito che per almeno tre anni subissero violenze.
Riporto la notizia dall’ANSA:

Maltrattava minori, chiesto giudizio per direttrice istituto
A Treviso, contestati alla donna vari episodi tra 2007 e 2010


(ANSA) - TREVISO, 14 GEN - Con l'accusa di aver sottoposto a maltrattamenti sei bambini, tra i 6 e i 13 anni, ospiti di un istituto protetto per minori di Treviso, la Procura trevigiana ha chiesto il rinvio a giudizio dell'allora direttrice della struttura.Sono stati contestati vari episodi di soprusi fisici e psicologici, le cui testimonianze sono state raccolte dai Carabinieri e riferite ad un periodo tra il 2007 e il 2010. Tra gli elementi raccolti nell'inchiesta anche manoscritti, diari e cartelle cliniche delle presunte vittime.(ANSA).

Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/veneto/2012/01/14/visualizza_new.html_44230448.html

La questione dell’infanzia è l’unica questione che i partiti politici e le parti sociali non hanno mai sollevato se non per consegnare i bambini alle organizzazioni criminali cattoliche affinché li torturassero. I bambini non votano, ma sembra che avere dei futuri cittadini con forti turbe psichiche faccia parte di un progetto di devastazione sociale messo a punto dagli adoratori del crocifisso con la complicità di Istituzioni criminali e violente. Un progetto di devastazione sociale le cui attività di terrorismo vanno ricondotte al terrorista Ratzinger e al dio di cui si fa portavoce.
La non persecuzione delle finalità di terrorismo del reato da parte di magistrati (che appaiono più complici che non garanti del diritto Costituzionale), permette ai delinquenti di continuare a spargere il terrore nella società. Sviluppare il bullismo, lo spaccio di droga e le aggressione di sopraffazione fra i vari strati della popolazione. Queste responsabilità ricadono sia nelle attività criminali dei sindaci cattolici, che in quelle dei preti cattolici e della Polizia di Stato che è venuta meno ai propri doveri d’ufficio.
Aspettiamo le prossime violenze ai cittadini minori del Veneto e pensiamo come sarà il futuro della società quando avremmo dei cittadini adulti dalla psiche devastata.

Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

15 gennaio 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento