La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

domenica 26 agosto 2012

Le minacce squadriste nazi-fasciste di Pierluigi Bersani ai cittadini italiani



Pierluigi Bersani, da squadrista fascista, dopo aver macellato i cittadini aggredendo i principi Costituzionali, alle rimostranze dei cittadini, ribatte: “venite qui a dircelo”!
E’ un atteggiamento da squadrista fascista, da manganellatore nazista. Un atteggiamento che giustifica i manganelli contro i cittadini facendoli torturare nei posti di polizia.
C’è da dire che quando il suo partito ha votato la truffa agli esodati, l’aggressione terrorista all’articolo 1 della Costituzione distruggendo l’articolo 18, o ha deciso di votare la rapina ai pensionabili derubando i cittadini dei diritti acquisiti, gli elettori del Partito democratico, sono rimasti un po’ sconvolti. Non hanno detto che nel far questo Pierluigi Bersani si comportava da criminale, ma, stupiti della leggerezza e della violenza messa in atto da Pierluigi Bersani, gli hanno detto che si comporta da zombie da cadavere della politica. Un cadavere incapace di opporre resistenza alla restaurazione del regime fascista al punto tale di non censurare le attività di Giorgio Napolitano nel firmare la legge Alfano o la legge sulla sicurezza (giudicata illegale e incostituzionale dalla Corte Costituzionale) come atti di terrorismo e da non cogliere nelle dichiarazioni di Giorgio Napolitano che ha insultato le persone che ha fatto torturare (le torture dei cittadini italiani ad opera dei terroristi della Polizia Italiana non sono mai avvenute, inoltre, Giorgio Napolitano ha tenuto un silenzio complice sui torturati della Diaz di Genova) o la pratica del terrorismo internazionale a cui costringe l’Italia (chiama, per insultare gli italiani, missioni di pace aggressioni fatte con i carri armati, i bombardieri e gli elicotteri con le mitragliere, spara nella schiena alle bambine per odio razzista ai posti di blocco e impedisce ai giornalisti indipendenti di essere sul posto; difende i marò assassini di pescatori indiani, ecc.).
I cittadini che hanno votato il Partito democratico  hanno il diritto di indicare nelle azioni parlamentari di Pierluigi Bersani e del partito democratico un’inerzia politica tale da identificare con lo zombismo e col cadaverismo politico.
Ma è un atto fascista e squadrista quello di Pierluigi Bersani che minaccia di morte e di torture i cittadini dicendo: “venite a dircelo qua”!
Nel partito di Pierluigi Bersani milita un torturatore tale Felice Casson che col torturatore La Barbera torturò le persone per assicurare l’impunità a chi aveva ammazzato gli operai della montedison (è uno dei miei torturatori) e che doveva coprire le attività eversive di Cefis e dei golpisti che misero la bomba a Piazza Fontana. Appare evidente che quelle di Pierluigi Bersani sono minacce squadriste che mette in atto con i manganellatori della Polizia di Stato. Quella stessa polizia che non si fa scrupolo di calunniare i cittadini italiani pur di proteggere le violenze ai bambini messe in opera dalla chiesa cattolica: come la Polizia Postale del Veneto che per fini di terrorismo e di eversione dell’ordine democratico calunnia i cittadini che non possono reagire perché lei gli punto la pistola alla testa e li minaccia di torture.
Pierluigi Bersani ha venduto a Silvio Berlusconi i diritti dei cittadini che lo hanno votato.
Non ha solo venduto i diritti dei cittadini che lo hanno votato, ma li ha venduti come bestiame aiutando Silvio Berlusconi a trasformarli in accattoni per i suoi interessi politici.
Riporto le minacce di morte che Pierluigi Bersani ha fatto ai cittadini che vedono nelle sue azioni veri e propri crimini politici:


Politica
25/08/2012 -
Bersani a Grillo: "Fascisti del Web
venite qui a dire che siamo zombie"
Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani
Il segretario apre la festa del Pd
"Riscossa civica anti-populisti"


Reggio emilia
Nomi non ne fa ma i riferimenti sono chiari così come l’obiettivo: difendere il Pd dall’antipolitica. Pier Luigi Bersani, aprendo la Festa di Reggio Emilia, lancia il guanto di sfida a quelle critiche feroci che viaggiano in rete - a colpi di "zombie" e battute caustiche - contro il Pd.

«Vedo frasi come "Siete cadaveri", "Siete zombi", "Vi seppelliremo". sono considerazioni fasciste ma noi non ci impressioniamo. Vengano via dalla rete e vengano qui a dircele», attacca il leader Pd che, senza citarli, allude anche a Beppe Grillo. Da Reggio Emilia Bersani riparte, dopo la pausa estiva, per dare di fatto il via alla campagna elettorale e per chiamare tutti, militanti e cittadini, «ad una riscossa civica e morale».

Tratto da:



E domani, chi darà i voti a veltrusconi, Gentiloni, Fiornoni, Rutelli, Bersani?
I cittadini che Pierluigi Bersani ha prima truffato, stringendo accordi con Silvio Berlusconi, e poi minacciato di morte o di torture?
Si farà dare i voti da Casini e da chi beneficia dello stupro dei bambini messi in atto dalla chiesa cattolica che continua ad omaggiare per insultare i principi della nostra Costituzione.
Pierluigi Bersani ha stretto un accordo con Angelino Alfano, Pierferdinando Casini, Mario Monti, Elsa Fornero, ecc. si faccia dare da loro i voti, le sue affermazioni sono ingiuriose nei confronti dei cittadini italiani.
Come sono ingiuriose le affermazioni criminali fatte da Giorgio Napolitano che, per essere il Presidente della Repubblica, si sente al di sopra dei cittadini Italiani e non un cittadino italiano che svolge un ruolo che dovrebbe coprire con onore e non con la mentalità da monarchia assoluta che rappresenta un insulto ai cittadini italiani.

E’ indubbio che il linguaggio di Pierluigi Bersani non assume la volgarità del linguaggio di Umberto Bossi, ma proprio per la sua collocazione politica assume una drammaticità e un insulto, per i suoi stessi elettori, ben più pesante dimostrando una volontà di annientamento nei confronti di Antonio di Pietro, Grillo e altre persone che vede come un pericolo per la su attività nazi-fascista che ha, negli accordi con l’UDC per le elezioni siciliane, la sua prova di forza nei confronti del suo stesso elettorato.




26 agosto 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784


Nessun commento:

Posta un commento