La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 1 ottobre 2012

Carabinieri si sparano fra loro: così risolvono i problemi

Perché mai si saranno ammazzati?
Incapaci di gestire la loro vita.
Hanno vissuto con l’ideale del crocifisso sulle pareti della caserma. Il crocefisso con cui minacciavano gli arrestati, ma che li ha privati della delicatezza con cui abitare il mondo e vivere nella democrazia.
Perché si sono ammazzati?
Ci sarà un’inchiesta che accerterà le motivazioni personali, ma noi, che assistiamo alla violenza con cui la Polizia di Stato e i Carabinieri aggrediscono i cittadini come se questi fossero bestiame del gregge del crocifisso che espongono sulla parete e non dei cittadini fruitori dei diritti Costituzionali, non ci meravigliamo che la violenza, di cui erano portatori, si sia rivolta contro di loro nel tentativo di risolvere, col solito modo, i loro problemi.
Riporto dal sito ANSA:

Sparatoria in una caserma dei carabinieri, tre morti
Duplice omicidio-suicidio. Le vittime sono il comandante, sua moglie e un carabiniere
01 ottobre 2012 

ROVIGO - Due carabinieri e una donna sono morti in una sparatoria nella caserma dell'Arma di Porto Viro. Le vittime sarebbero il comandante della stazione, sua moglie e un altro carabiniere. Ancora tutta da chiarire la dinamica degli eventi ma secondo una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stato l'appuntato presente nella stazione dei carabinieri a sparare contro il comandante e la moglie di questi. Poi si sarebbe suicidato.

Le vittime sarebbero il comandante della stazione Antonino Zingale, sua moglie e un altro carabiniere. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stato l'appuntato presente nella stazione dei carabinieri di Porto Viro a sparare contro il comandante e la moglie di questi. Poi si sarebbe suicidato. Il maresciallo Zingale era in servizio nel Polesine dal 1991 ed era molto conosciuto.


Tratto da:

http://www.ansa.it/

E’ l’educazione, l’addestramento che ha indotto i carabinieri ad usare violenza.
Fintanto che quella violenza è usata contro cittadini inermi ed indifesi, viene sempre vista come se fosse una “violenza necessaria” e non un attentato alla Costituzione della Repubblica.
Ma la violenza genera violenza.
Quando si è addestrati ad usare la violenza per affrontare dei problemi è sufficiente una sofferenza emotiva che la violenza riesplode anche contro persone vicine.
E’ l’addestramento dei Carabinieri che è sbagliato!
Vengono addestrati a considerarsi i padroni del crocifisso e non dei cittadini che devono svolgere un ruolo al servizio dei cittadini.
Assistiamo spesso a fatti criminali messi in atto da poliziotti e da carabinieri. In una grande percentuale. Questo è dovuto all’addestramento improprio a cui sono sottoposti.


Basta il giorno dopo, 02 ottobre 2012 per ricevere questa notizia: 

Ancona, arrestati un carabiniere e un poliziotto
Accusati di corruzione e concussione: in manette anche due pregiudicati


L'ex comandante della stazione dei carabinieri di Collemarino di Ancona (attualmente in malattia) e un sovrintendente della polizia di Stato in servizio alla Squadra mobile del capoluogo sono stati arrestati insieme a due pregiudicati pugliesi con le accuse di concussione e corruzione. Sembra stessero progettando anche una rapina.

Tratto da:

Come si può non pensare che la criminalità fra carabinieri e polizia non è dovuta ad un addestramento insano e Costituzionalmente illegale?
Per un carabiniere arrestato, significano decine di migliaia di micro atti criminali, spesso di arroganza, di prepotenza e di minacce, che i cittadini ricevono quotidianamente.
Non c’è nulla da fare, Carabinieri e Poliziotti, per quanto alcuni singoli siano onesti, sono tendenzialmente dei criminali per addestramento ricevuto. E, purtroppo, i magistrati spesso li seguono nelle farneticazioni anziché inquisirli. E i cittadini pagano il prezzo di veder negato il loro status di cittadini per essere ridotti a pecore del gregge che devono sottomettersi per paura e intimidazione di persone armate che si sentono legittimate di minacciare i cittadini.


Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

01 ottobre 2012 (modificato 02 ottobre 2012)
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento