La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

martedì 1 gennaio 2013

Il progetto sociale del movimento elettorale di Mario Monti.

L'uno è funzionale all'altro: fanno paura!

Fallita la distruzione della Costituzione ad opera di Silvio Berlusconi, ora ci provano con Mari Monti.
Chi ci prova?
Sono più di uno, i centri di potere che tentano di impedire ai cittadini Europei di fruire dei diritti Costituzionali della Costituzione Europea e di applicarli nel senso che le Costituzioni stesse indicano.
Privare Stati e centri di potere della violenza con la quale agiscono contro i cittadini per impedire loro di fruire dei diritti Costituzionali è stato il progetto di De Gasperi, Fanfani, Andreotti (e altri), che hanno agito sia su sollecitazione del Vaticano che su sollecitazioni di poteri che, attraverso il controllo della ricchezza sociale, agiscono per impedire ai cittadini il controllo delle Istituzioni.
Appare del tutto legittimo pensare come all’interno dell’Università Bocconi e in altre università “private” si annidino centri di controllo culturale che agiscono con metodi militari al fine di impedire ai cittadini di arricchire la loro società. Non si tratta SOLO di nepotismo negli atenei, ma del controllo generale di quel tipo di cultura con cui le persone costruiscono la relazione sociale fra le proprie aspettative di vita, la lettura che danno della società, delle sue trasformazioni, e le soluzioni soggettive che possono aprire il loro futuro in funzione di un futuro possibile della società. Fornero, Clini, Passera, Monti, Riccardi, hanno agito alimentando il progetto di Silvio Berlusconi di devastazione delle possibilità delle generazioni di entrare nel campo della politica. Berlusconi ha spinto alla miseria sociale, come i missionari che hanno devastato l’Africa per costruire la miseria nelle popolazioni africane per favorire il colonialismo occidentale per poi gestire la miseria, mediante la carità, impedendo a quelle popolazioni di diventare cittadini consapevoli. L’operazione dei titoli tossici, venduti massicciamente dalle banche, ha avuto la complicità di Silvio Berlusconi, come Presidente del Consiglio, di Giulio Tremonti, Renato Brunetta e di tutti quei ministri la cui funzione era quella di proteggere i cittadini e la loro ricchezza. Invece, come dei novelli Cacciari che hanno spalleggiato le truffe di don Verzé, Tremonti, Berlusconi, Bossi e altri hanno finto di non vedere le operazioni dei titoli tossici per favorire la distruzione ella società e la costruzione della miseria sociale.
Ora Mario Monti, Montezemolo, Riccardi, le Acli, la CISL, continuando la loro azione di distruzione sociale, stanno usando la situazione di disperazione prodotta da Silvio Berlusconi per aggredire i diritti Costituzionali dei cittadini, mangiarsi il futuro degli italiani in nome del Vaticano e di coloro che dai titoli tossici continuano a ricavare profitto.
Riporto dall’ANSA: 

Monti, mio e' movimento civico no partito di centro
"Le elezioni decideranno se l'Italia continuerà ad essere una grande nazione al centro della politica europea"

ROMA - "Un movimento civico popolare, responsabile". E' la nostra proposta per cambiare l'Italia e riformare l'Europa. Lo scrive Mario Monti su twitter con un link che rinvia al suo sito per spiegare che il suo è un movimento e non un partito di centro.

Le elezioni parlamentari del 2013 decideranno se l'Italia continuerà ad essere una grande nazione al centro della politica europea e internazionale, o se invece il nostro Paese scivolerà verso uno scenario di marginalità e isolamento sulla spinta dei populismi di destra e di sinistra". lo scrive Mario Monti sul suo sito. "La scelta riguarderà la nostra capacità di recuperare lo slancio e le energie che abbiamo saputo mostrare nelle fasi migliori della nostra storia recente, o se invece prevarrà la tentazione di un ripiegamento sulle nostre debolezze. Per questo abbiamo deciso di offrire alle italiane e agli italiani la possibilità di dare il proprio voto ad una formazione politica diversa da quelle che hanno animato il ventennio della seconda repubblica, i cui risultati sono oggi di fronte agli occhi di tutti. Un movimento che nasca dall'unione tra l'associazionismo civico, che testimonia della vitalità della società civile, e la politica più responsabile. Un movimento che raccolga il testimone dell'esperienza di governo guidata da Mario Monti, che in soli tredici mesi ha restituito all'Italia credibilità e affidabilità dentro e fuori i confini nazionali, e che intenda proseguirne il lavoro, dopo l'emergenza finanziaria, con la prospettiva di una legislatura e con il consenso di milioni di italiani, verso un obiettivo di crescita sostenibile e di occupazione. Un movimento popolare e riformista che si rivolga a quegli elettori che da tempo sono in cerca di una nuova offerta politica, che sia finalmente capace di innovare i limiti dei vecchi partiti e di realizzare le riforme necessarie a restituire slancio e vitalità ad una grande nazione com'è e come deve rimanere l'Italia. Questo dobbiamo ai giovani e - conclude- alle future generazioni di italiani.

Tratto da:

Dato per scontato che Mario Monti e altri non sono in grado di formare un partito mancando completamente di un’ideologia sociale presentabile (prova a convincere i cittadini che il tuo progetto è quello di ridurre in miseria il 60% della popolazione privandola dei diritti civili e Costituzionali e trasformandoli in altrettanti accattoni!), Mario Monti punta ad un “movimento popolare” che costruisca una società di pezzenti.
Intende raccogliere voti su un progetto di miseria della società.
A quando i campi di sterminio?
  

01 gennaio 2013
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784

Nessun commento:

Posta un commento