La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 11 febbraio 2013

Ratzinger, sconfitto dalla vita, Ratzinger fugge per non assistere alla desolazione che ha provocato.

Ratzinger a Venezia e desolazione dell'accoglienza


Ratzinger sconfitto dalle necessità della vita.
Questo criminale, seminatore di odio e di violenza mediante menzogne reiterate e continuate come ben documentato in:

dopo aver saccheggiato la società civile nel tentativo di ripristinare la monarchia assoluta e distruggere la Costituzione della Repubblica Italiana per imporre il suo dio padrone di cui egli si considera il rappresentante in terra, ora, vecchio, stanco e un po’ rintronato, preferisce scappare.
Dopo aver fatto tanti danni alla società civile. Dopo aver costretto la società civile e le Istituzioni Italiane a minacciare di morte i cittadini mediante l’esposizione del crocifisso in contrapposizione ai principi di libertà della Stella a Cinque Punte della Repubblica Italiana, ha capito che le sue scelte sono fallimentari.

I cittadini di Venezia hanno ignorato Ratzinger
Fallimentare fu il suo viaggio a  Venezia in cui i cittadini veneziani lo snobbarono, in quanto la sua presenza era fastidiosa e inopportuna nella città di Venezia. Per compensare ciò Scola organizzò la più massiccia caccia all’uomo al fine di riempire la discarica di san Giuliano di masse osannanti questo pover’uomo che oscilla fra la demenza e l’attività criminale.

Le agenzie hanno appena battuto la notizia:


Benedetto XVI lascia il pontificato, Papa si dimette il 28 febbraio
11 febbraio 2013 12:23

Il Papa lascia il pontificato dal 28 febbraio. Lo ha annunciato personalmente, in latino, durante il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto. "Un fulmine a ciel sereno". Con queste parole il decano del collegio cardinalizio, cardinal Angelo Sodano ha commentato la decisione di Benedetto XVI di lasciare il pontificato

Il Papa ha spiegato di sentire il peso dell'incarico di pontefice, di aver a lungo meditato su questa decisione e di averla presa per il bene della Chiesa. La ingravescentem aetatem cioé l'età avanzata. Questo tra i motivi addotti da Benedetto XVI, per le sue dimissioni. La sua decisione, annunciata in latino davanti al collegio cardinalizio e alla Casa Pontificia riunite per un concistoro di canonizzazione, è stata accolta nel più profondo silenzio e con smarrimento.

Il papa ha indicato il 28 febbraio per il termine del pontificato e chiesto che si indica un conclave per l'elezione del successore.

"Ben consapevole della gravità di questo atto, con piena libertà, dichiaro di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile2005". Lo ha detto Benedetto XVI annunciando le sue dimissioni.

Tratto da:

Fallimento esistenziale: questa è l’unica definizione che si adatta a Ratzinger.
Fallimento della dottrina cristiana e cattolica nello specifico.
Fallimento come scelta di un dio padrone da imporre con la violenza a bambini indifesi a cui non ha esitato ad imporre atti di pedofilia e di pederastia per imporre la fede.
Nonostante i grandi interessi economici, la chiesa cattolica è fallita sul piano religioso.


Ed è la consapevolezza del fallimento religioso, del fallimento dell’identificazione col dio padrone che costituisce il peso morale che Ratzinger non è più in grado di sopportare.

Come i miei torturatori, anche Ratzinger che ha torturato la società civile, sta morendo. Cosa ha guadagnato? Solo il fallimento della sua esistenza. Come Wojtyla è morto disperato, così Ratzinger fa della disperazione una ragione sufficiente per morire.
Il cristianesimo porta alla distruzione dell’uomo.
Al suo fallimento esistenziale.
Ratzinger prende coscienza del fallimento suo e del cristianesimo
Nessun cristiano supererà la soglia della morte del corpo fisico. Il suo corpo muore col suo spirito e nessun dio padrone oltre la morte gli darà mai un paradiso o una pena perché, il dio padrone al quale il cristiano si è esso in ginocchio e ha sacrificato i suoi figli, si è cibato della sua esistenza mentre consumava la sua vita.

E il padrone dei padroni Ratzinger continua la sua miserabile esistenza consapevole del suo fallimento.

NOTA: Per chi si fosse dimenticato, già circolava la notizia che il Vaticano intendeva ammazzare Ratzinger entro la fine del 2012. Una fuga di notizie in tal senso avvenuta in Cina ad opera di un cardinale, fece saltare il progetto. Le dimissioni di Ratzinger e il riconoscimento del suo fallimento esistenziale, sembra possano essere un compromesso fra la necessità delle gerarchie cattoliche di ammazzarlo permettendo loro di poterlo sostituire in maniera meno traumatica.

Riporto dal sito del Fatto Quotidiano del 10 febbraio 2012:

Un appunto consegnato un mese fa dal Cardinale Castrillon, a conoscenza del pontefice, riferisce quanto detto dal cardinale Romeo, arcivescovo di Palermo, nel novembre scorso in alcuni colloqui in Cina: "I suoi interlocutori hanno pensato, con spavento, che sia in programma un attentato contro il Papa". C'è anche il nome di Scola come possibile successore. Lombardi, portavoce della Santa Sede: "Talmente incredibile che non si può commentare"


Monarchia ereditaria?
L'idea di ammazzare Ratzinger, circolava in Vaticano. Per questo appaiono ridicole le dichiarazioni di Lombardi oggi 11 febbraio 2013.

Però il problema che si apre è un altro: quanto saranno determinanti le sue indicazioni per la sua successione? Da monarchia assoluta elettiva a monarchia assoluta ereditaria. Potrebbe essere anche questa la risposta di Ratzinger ai progetti di omicidio nei suoi confronti ad opera delle gerarchie mafiose Vaticane. Una guerra fra mafie Vaticane, dai Gesuiti, ai Cappuccini, all'Opus Dei, a Comunione e Liberazione, alla Comunità di sant'Egidio, ai Legionari di Cristo, al controllo IOR. Mafie cattoliche dedite al complottismo che ha favorito l'avvento del nazismo in Germania, in Spagna fino all'operazione Odessa. Ratzinger era molto addentro a questi giochi di potere e di dominio che hanno fatto dell'odio e della violenza il fondamento del suo essere il dio padrone in terra. 


11 febbraio 2013
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784


Nessun commento:

Posta un commento