La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 4 marzo 2013

Beppe Grillo, Hitler e le similitudini storiche

Traete voi le conclusioni
Recentemente un giornale ha paragonato Beppe Grillo a Stalin.

Sicuramente quel giornale ha sbagliato. Stalin non ha mai ingannato o prospettato risoluzioni di problemi per farsi votare.
Diverso è il parallelismo con Mussolini ed Hitler che, al contrario di Stalin, hanno raccolto voti aggredendo altri partiti e lo Stato senza raccontare i loro progetti che si sono rivelati nel tempo per quello che erano. Hanno messo in atto campagne di propaganda per raccogliere voti.
Il discorso di Hitler, che potete vedere al link, è estremamente simile nei contenuti a quello di Grillo.

Riporto estratti del discorso di Hitler:

"Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati... sono loro i responsabili! Io vengo confuso... oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro! Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento... mi hanno proposto un'alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico... noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. È un movimento che non può essere fermato... non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta... noi non siamo un partito, rappresentiamo l'intero popolo, un popolo nuovo..." (Adolf Hitler, Discorso pubblico alla nazione. Registrato nel 1932).


Anche nel 1932 sembrava che la guerra non ci sarebbe stata. 
Tutti volevano un futuro diverso, ma hanno seguito un padrone e il padrone li ha portati al macello della vita.


Oggi, 05 marzo 2013, ricevo un appunto in cui mi si segnala il sito:

In questo blog si vuole affermare che quanto riportato sopra sia un falso finalizzato a denigrare Beppe Grillo.

Nella pagina si legge come premessa:

“Beppe Grillo aveva previsto che, in caso di successo del suo MoVimento 5 Stelle alle Elezioni 2013, avrebbe avuto vita dura.”

E riferendosi al video postato, l’estensore di questo articolo afferma:

“La citazione, scelta non a caso, si riferisce alla ferrea volontà da parte del futuro Fuhrer del Terzo Reich di non stringere alleanze con altri partiti. Su molti profili facebook soprattutto legati ad ambienti culturali e politici di sinistra, la citazione è spesso accompagnata da commenti tesi ad evidenziare l’affinità tra le parole pronunciate oltre ottanta anni fa da Adolf Hitler e quelle pronunciate negli ultimi giorni da Beppe Grillo. Paragone abnorme, ovviamente, ma al quale alcuni denigratori dell’ex comico genovese hanno dato subito molto credito. Ma siamo sicuri che si tratti di una citazione reale? I dubbi sorgono spontanei, visto il testo della citazione, visti i tempi e visto l’accanimento dimostrato da alcuni nel voler a tutti i costi asseverare un rapporto di corrispondenza tra Grillo ed ambienti nazifascisti.”

Appare evidente che la “ferrea volontà” del “futuro Fuhrer del Terzo Reich” viene espressa nelle medesime condizioni in cui è espressa la “ferrea volontà” di Beppe Grillo di cui, ovviamente, non conosciamo né il futuro effettivo, né gli effettivi intendimenti anche se, dalle sue parole e dal suo progetto, si deduce una devastazione sociale finalizzata a togliere la società agli italiani. Non si tratta di “non stringere alleanze con altri partiti” come “furbescamente” e “malignamente” afferma il blog filo-Grillo. Si tratta di non devastare la società civile rispettando le norme procedurali nell’esercizio delle funzioni Istituzionali. L’attacco di Grillo all’articolo 67 della Costituzione indica le stesse finalità hitleriane e mussoliniane della costruzione dell’assolutismo Istituzionale.
A parte il fatto che appare RIDICOLO che chi scrive in un blog non conosca l’esistenza delle biblioteche e delle cineteche, ma prenda come riferimento la miseria postata in internet, magari da ragazzini smanettoni ma "inculturati" e "semideficienti", è evidente che questa “tecnica” serve per creare disinformazione con tutte le conseguenze del disastro sociale che comporta.
Afferma ancora questo blog filo-Grillo riferendosi al video riportato:

"Per chi conosce il Tedesco o anche semplicemente l’inglese (si vedano i sottotitoli del video) è evidente come la citazione riportata in queste ore sia il risultato di un tendenzioso “taglia e cuci” nel quale sono state accuratamente espunte frasi di estrema violenza pronunciate da Adolf Hitler. Togliendo tali riferimenti il senso del discorso, evidentemente, cambia completamente."


Indubbiamente la citazione riportata in chiaro è una “CITAZIONE”. Ma è altrettanto vero che il blog si è guardato bene dal mettere in chiaro l’intero discorso di Hitler che non è altro che una copia, con tutte le differenze del tempo e della situazione, dei discorsi di Beppe Grillo.
La questione non sono le semplici analogie dei discorsi di Grillo con quelli di Hitler.
Sono le analogie del progetto sociale di Grillo con quello di Hitler.
Data una qualità di comunicazione emotiva, le soluzioni sociali che possono scaturire da tale comunicazione, possono essere quelle e solo quelle!

Quando Bersani indica le priorità del lavoro, delle pensioni e dell’organizzazione sociale, io posso non essere d’accordo, ma so che quello è l’obiettivo che persegue al di là di alleanze o strategie che metterà in atto. Quando da Grillo sento “siete circondati”, “siete morti” e vedo una pratica dei Parlamentari eletti di separazione fra sé e l’insieme del mondo politico italiano, io mi aspetto solo la costruzione dei campi di sterminio o cose simili....

Vedi in merito:

Grillo non ha fatto un’imitazione delle parole di Hitler nelle quali individuiamo una certa analogia, ma ha riprodotto quella che è la pulsione psichica apocalittica, evocando l’apocalisse sociale, e la condizione messianica del “salvatore”. Ed è lo stesso meccanismo psichico manifestato da Hitler e da Mussolini. E’ lo stesso meccanismo usato dal primo Silvio Berlusconi ed è lo stesso meccanismo evocato da Umberto Bossi con l’indipendenza del Nord.

Pertanto, quello che ha fatto Beppe Grillo (e sta facendo) nella campagna elettorale, è stato evocare forme emotive analoghe a quelle naziste e fasciste attraverso un vuoto propositivo che dimostrava un’ossessiva ricerca di catastrofismo. In questo ha usato forme di propaganda proprie degli apocalittici, dei messianici e dell’Hitler che deve distruggere la Democrazia. Ha usato i meccanismi, che oggi conosciamo come criminali, per gli effetti prodotti, con cui Gesù di Nazareth aggrediva i Farisei fino a portare la distruzione e il massacro a Gerusalemme.

Vedi in merito:
  
Dopo di che, io so perfettamente che la società italiana e le Istituzioni hanno una serie di anticorpi ben maggiori di quelli del 1922 o del 1932. So perfettamente che “non è la stessa cosa”, ma è Beppe Grillo che, manifestando gli stessi meccanismi psichici,  è la stessa cosa. L’Italia si proteggerà dalla devastazione che Beppe Grillo sta portando. Chi ne soffrirà saranno i cittadini che si sono illusi di risolvere con quel voto i loro problemi anziché aggravarli nell’attesa del cataclisma sociale e istituzionale che dovrebbe consentire al movimento cinque stelle di avere quella maggioranza assoluta che in questo paese solo Silvio Berlusconi ha avuto. L’Italia si è difesa dal Lodo Alfano con cui si tentava di imporre un principio monarchico, si difenderà anche dalle patologia complottistiche dei grillini.

Dalle dichiarazioni fin qui giunte, il movimento cinque stelle è separato dalla società, non è espressione dei cittadini, ma è solo espressione di una pulsione apocalittica che sta seminando angoscia fra i cittadini.
Non solo le obbiezioni di questo sito vanno respinte, ma vanno interpretate come un tentativo di inquinare la capacità di analisi e di critica dei cittadini al fine di impedire loro un giudizio sereno sulle finalità del grillismo.

Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!
04 marzo 2013
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

2 commenti:

  1. la citazione non è quel video che si riferisce ad uno dei tanti comizi di Hitler nel 1932 ma ad un libro: A.Hitler, Discorsi di lotta e vittoria, 1932, in
    Discorsi di lotta e vittoria. Parole del Führer nel periodo della guerra (La spada e il martello)
    Editore: Ritter
    Brossura: 256 pagine
    Data di pubblicazione:19-10-2011
    Lingua: Italiano
    OGNI TANTO FATE LO SFORZO DI APRIRE UN LIBRO, NON E' COSI' DIFFICILE, NON E' CHE TUTTO E' SUL WEB O SU YOUTUBE. Mi spiace caro grillino hai toppato!!! La fonte non era il video, quello era uno, ma non il solo discorso elettorale di Hitler del 1932!!! Buona lettura

    RispondiElimina
  2. la citazione non è quel video che si riferisce ad uno dei tanti comizi di Hitler nel 1932 ma ad un libro!!! Questo: A.Hitler, Discorsi di lotta e vittoria, 1932, in
    Discorsi di lotta e vittoria. Parole del Führer nel periodo della guerra (La spada e il martello)
    Editore: Ritter
    Brossura: 256 pagine
    Data di pubblicazione:19-10-2011
    Lingua: Italiano
    OGNI TANTO FATE LO SFORZO DI APRIRE UN LIBRO, NON E' COSI' DIFFICILE, NON E' CHE TUTTO E' SUL WEB O SU YOUTUBE. Mi spiace caro grillino fanatico hai toppato!!! La fonte non era il video, quello era uno, ma non il solo discorso elettorale di Hitler del 1932!!! Buona lettura

    RispondiElimina