La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 13 agosto 2016

La bibbia un manuale per diffamare l’uomo



Che merda d'uomo questo Gesù
Perché ci insulta e nessuno lo denuncia?
Sono ormai 200 anni che scoperta archeologica dopo scoperta archeologica, è stato dimostrato che la bibbia degli ebrei è solo un manuale volto a diffamare e macellare gli uomini senza nessuna base storica, etica e morale, compatibile on le esigenze dell’uomo.

Da quando con la bibbia si è voluto processare Galileo in nome e per conto del dio padrone degli ebrei e dei cristiani, le scoperte scientifiche hanno demolito diffamazione dopo diffamazione.

Il mondo non è stato creato da un dio pazzo, cretino e deficiente.
L’uomo è un Essere della Natura che appartiene a quell’immenso processo di adattamento soggettivo che va sotto il nome di “diversificazione delle specie”.
Gesù non è mai esistito, ma la bibbia descrive un povero deficiente dedito alla pederastia e al genocidio. Mosè non è mai esistito, ma si tratta di u riadattamento delle leggende di Sargon. La schiavitù in Egitto non è mai esistita. Non sono mai esistiti i sacrifici dei bambini da parte dei seguaci di Baal.

Semmai, erano gli ebrei che sacrificavano i loro figli al loro dio padrone e sono sempre gli ebrei che legittimano la violenza sessuale sui bambini da parte dei padri, cosa del resto fatta propria dai cristiani col rito del battesimo e con l’assunzione di quelle norme criminali che vanno sotto il nome di dieci comandamenti.

L’ultima diffamazione (a parte la diffamazione e il genocidio perpetrato dagli ebrei dello Stato di Israele nei confronti dei Palestinesi oggi come oggi) è la questione relativa ai Filistei.

I Filistei erano una popolazione  di origine indoeuropea arrivata nell’attuale Palestina fra il 1200 e l’800 a. c. e, a differenza degli ebrei analfabeti, erano una popolazione profondamente culturale. Sembra che provenissero dal Mar Egeo anche se non è chiaro se potevano arrivare da Creta, Cipro o dall’Anatolia.

Un Team di archeologi dell’università di Harvard, del Boston College, del Wheaton College in Illinois e della Troy University in Alabama hanno annunciato la scoperta di un cimitero filisteo venuto alla luce in 30 anni di scavi. Secondo le ipotesi il cimitero sarebbe della città di Gath, la città del fantasioso “Golia”.

I Filistei, dice l’archeologo, “avevano un tenore di vita molto migliore di quello degli ebrei. Bottiglie di profumo sono posizionate vicino alle teste mentre tra le gambe si trovano olii, vino e cibo.” Sembra che alcuni resti siano stati cremati, un procedimento raro e costoso all’epoca.

Mentre gli ebrei erano individui senza cultura che hanno inventato la manipolazione mentale, lo schiavismo e la sottomissione elevata a condizione ideologico-religiosa, i popoli che loro diffamavano erano popoli colti e ricchi: un patrimonio sociale per l’umanità che gli ebrei hanno distrutto in nome e per conto del loro dio padrone.


I dati sui Filistei sono stati presi dall’articolo di Simone Porrovecchio dal titolo “Che signori questi Filistei” pubblicato sull’Espresso del 28 luglio 2016

Nessun commento:

Posta un commento