La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

venerdì 23 dicembre 2016

Lo stupro di Roma del Movimento Cinque Stelle


Non rispettano le leggi dello Stato
fanno dello stupro dei cittadini il loro
metodo con cui fare politica.
Fintanto che il sindaco di Roma Raggi si contendeva il potere con Marra, Muraro, Scarpellini o con la mafia di Roma, si leggeva la cronaca come se quei fatti di cronaca non riguardassero i cittadini.

In fondo, gli autobus a Roma sono sempre in ritardo. Che il ritardo aumenti o che aumentino le disfunzioni della metropolitana, ai cittadini interessava poco. Non che non fossero danneggiati, ma di quei danni ne avevano fatto una virtù. Non passa il treno della metropolitana? Passerà quello dopo. Basta aspettare.

Che le strade di Roma si riempino di rifiuti urbani, era dato per scontato. Aumentano i frigoriferi abbandonati? Ancora non intasano le strade, si può ancora passare.

Che ai politici dei Cinque Stelle non importassero i cittadini delle borgate, i deficienti che li hanno votati, apparve subito chiaro fin dai primi giorni dell’insediamento del sindaco di Roma Raggi.

Un atteggiamento fatto di disprezzo per i cittadini perché lei apparteneva alla Casta Padrona. Quella abituata a dare ordini ai cittadini ridotti a servi. Il disprezzo per le Istituzioni. Il disprezzo per le regole erano evidenti, palpabili in ogni atteggiamento.
Come per l’Assessore Muraro fino a quando:

L'assessore all'Ambiente di Roma Paola Muraro si dimette dall'incarico, rimettendo le sue deleghe nella mani della sindaca, Virginia Raggi.
L'annuncio arriva in piena notte con un comunicato in cui l'assessore afferma di aver ricevuto un avviso di garanzia per una violazione del testo unico ambientale. "Sono tranquilla e convinta di riuscire a dimostrare la mia totale estraneità ai fatti", spiega, "tuttavia, per senso di responsabilità istituzionale e per rispetto verso questa amministrazione, ho deciso di dimettermi in attesa di chiarire la mia posizione"

huffingtonpost.it/2016/12/13/muraro-dimissioni

Oppure ancora questo personaggio legato a Roma e al Movimento Cinque Stelle, voluto dai Cinque Stelle:

ROMA - Arrestato. Con l'accusa di corruzione. Raffaele Marra, braccio destro della sindaca di Roma, Virginia Raggi, è stato condotto nel carcere di Regina Coeli dai carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Roma, guidati dal comandante Lorenzo D'Aloia.

Avrebbe ricevuto una una maxi tangente da 367mila euro dall'immobiliarista Sergio Scarpellini (arrestato anche lui). Due assegni circolari da 250mila e 117mila euro per l'acquisto di una casa Enasarco in via Prati Fiscali 258, a Roma, intestata alla moglie di Marra, Chiara Perico nel giugno del 2013. Marra, ex vice capo di Gabinetto del Campidoglio, era alla guida del Dipartimento Personale. Il suo arresto scuote il Movimento 5 Stelle e dà il via alla resa dei conti interna.

repubblica.it/2016/12/16/news/roma_arrestato_per_corruzione_marra-

O ancora, l’incapacità di Virginia Raggi a gestire un comune al punto che i revisori dei conti bocciano il bilancio e, arrampicandosi sugli specchi della retorica, cerca di giustificare la sua assoluta incompetenza.

21 dicembre 2016 Appena uscita dalla crisi per l'arresto di Raffaele Marra con le nomine di vicesindaco e assessore all'Ambiente, ecco arriva la bocciatura del bilancio di previsione dall'Organismo di revisione economica e finanziaria (Oref) del Campidoglio. Una battuta d'arresto che rischia di far scattare l'esercizio provvisorio, con lo spettro del commissariamento del Comune. Le opposizioni attaccano e con accenti diversi chiedono le dimissioni della sindaca M5S, dell'assessore al Bilancio Andrea Mazzillo - fino a pochi giorni fa in lizza per diventare vice Raggi - o l'intervento di Beppe Grillo. Ma l'assessore promette di accettare "la sfida del rigore" dell'Oref e presentera' un nuovo bilancio da approvare entro il 28 febbraio. Secondo Mazzillo l'organismo ha valutato "positivamente" il fatto che la manovra sia "ispirata a criteri di prudenza
rainews.it/dl/rainews/articoli/Roma-Revisori-Oref-parere-negativo-bilancio-della
-Giunta-Raggi-Roma-va-verso-esercizio-provvisorio-rischio-commissariamento

I romani sono pronti a passare sopra a tutto questo.
Tutto questo è considerato parte dei capricci di bambini che giocano contendendosi il potere sulla loro pelle, come è sempre avvenuto da quando il Vaticano e i cristiani si sono imposti a Roma.
Ma c’è una cosa che i Romani non accettano.

Non accettano che Virginia Raggi, per i suoi giochi di potere, sia entrata nelle loro case e abbia preteso di dire loro come loro devono festeggiare il capodanno.
Questo i Romani non lo accettano.

Ha interferito con le leggi dello Stato e ha derubato i Romani della gioia di festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo con un’ordinanza che esprime tutta la sua ferocia criminale contro i cittadini di Roma:

Stop all'uso di petardi, razzi e fuochi artificiali dal 29 dicembre 2016 alle ore 24 dell'1 gennaio 2017 nella Capitale in occasione dei festeggiamenti per la fine dell'anno. È quanto prevede il provvedimento firmato dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi. L'ordinanza dispone nel periodo menzionato il divieto assoluto di usare materiale esplodente, utilizzare fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili artifici pirotecnici e in genere artifici contenenti miscele detonanti ed esplodenti, nonchè di usare materiale esplodente anche "declassificato", ossia potenzialmente non pericoloso, a meno di 200 metri dai centri abitati, dalle persone e dagli animali. Sono previste sanzioni tra i 25 e i 500 euro per l'inosservanza degli obblighi e dei divieti disposti dal provvedimento, oltre che il sequestro amministrativo. Nell'ordinanza si considera l'urgente necessità di adottare misure idonee a garantire l'incolumità pubblica, la sicurezza urbana, la protezione degli animali e assicurare le necessarie attività di prevenzione attraverso la limitazione all'uso dei botti e dei fuochi d'artificio sul territorio comunale.

iltempo.it/roma-capitale/2016/12/22/news/capodanno-niente-botti-a-roma-la-raggi-
firma-l-ordinanza-e-vieta-i-fuochi-d-artificio

Questa violenza, che sottolinea il carattere nazista e criminale nei confronti dei cittadini propria del Movimento Cinque Stelle (come di altri movimenti) è una cosa assolutamente intollerabile.

I quartieri di Roma aspettano un intervento che migliori le loro condizioni di vita: e questa criminale, adducendo motivazioni farneticanti (la sicurezza pubblica) toglie loro il diritto al divertimento. Un diritto che non è tolto soltanto per i botti, ma vengono annullate anche le feste di fine anno come il Concertone.

Il Movimento Cinque Stelle è portatore di grigio e di morte come le farneticazioni vaffanculesche dell’ideologia di Beppe Grillo. I poteri forti della Roma Fascista o Borghesia Nera, che hanno nella Virginia Raggi la loro portabandiera, sono riusciti a togliere ai cittadini romani anche quel minimo di sopravvivenza emotiva che rimaneva loro.

E’ il terrorismo sociale del Movimento Cinque Stelle legato al terrorismo Vaticano e al pederasta in croce davanti al quale Virginia Raggi si è già inginocchiata offrendogli, di fatto, i bambini di Roma.
Claudio Simeoni


Nessun commento:

Posta un commento