La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

venerdì 9 dicembre 2016

Referendum contro l'Euro e il vaffanculo degli Italiani

Non serve studiare filosofia
per sapere di essere presi in giro
dal movimento dei Cinque Stelle e
da Grillo.
Hanno appena fatto un referendum per impedire la modifica della Costituzione della Repubblica ed ora i Cinque Stelle chiedono un referendum sull’Euro la cui richiesta è una palese violazione dell’articolo 75 della Costituzione della Repubblica.

La richiesta di referendum sull’Euro spiega la doppiezza e la volgarità con intenzioni criminali dei militanti del Cinque Stelle.
Scrive La Repubblica a firma di CONSTANZE REUSCHER:

Di Battista (M5s): "Dal fisco ai migranti ecco il programma. Vogliamo referendum sull'euro"
"Tornare subito al voto con la legge elettorale modificata dalla Consulta"
"Euro e Europa non sono la stessa cosa. Noi vogliamo solo che siano gli italiani a decidere sulla moneta".

Da La Repubblica

Io capisco la voglia dei Cinque Stelle di sfasciare l’Italia. Loro urlavano contro la legge elettorale detta Italicum non per la palese incostituzionalità della legge, ma perché volevano il potere detenuto da Renzi e avevano paura che quella legge favorisse Renzi. Ora che vedono la prospettiva di essere favoriti da quella legge, del diritto Costituzionale a costoro non gli frega niente: la questione non è se è legittimo costruire i campi di concentramento, ma se saranno i Cinque Stelle a mettere nei forni crematori gli avversari o se saranno gli avversari dei Cinque stelle a mettere loro nei forni crematori. Per i Cinque Stelle di Beppe Grillo, la questione non è se è giusto o meno costruire i campi di concentramento e i forni crematori, ma è giusto costruirli solo se saranno loro a gasare gli avversari.

E’ la logica nazista che caratterizza il Movimento Cinque Stelle e che lo ha visto PERDERE il referendum sulla modifica Costituzionale. Ma loro non hanno detto forse di votare NO alla modifica della legge Costituzionale? Dunque hanno vinto? Certo che hanno detto di votare NO alla modifica della legge Costituzionale, ma solo perché non avrebbero saputo sfruttare quella modifica per i loro interessi in quanto la vittoria del SI avrebbe favorito Renzi. Non hanno mai espresso posizioni ideologiche contrarie al tipo di modifica Costituzionale approvata dal Parlamento. Hanno cavalcato l’indignazione popolare per accreditarsi il merito di aver vinto. Se notate dalle informazioni giornalistiche di questi giorni sono spariti i Costituzionalisti, la CGIL e la Fiomm di Landini. Tutta la “sinistra” che ha vinto il referendum, ma della quale non si deve parlare.

Ora propongono il referendum sull’Euro sapendo che la Costituzione, all’articolo 75 prevede:

Articolo 75
E` indetto referendum popolare [cfr. art. 87 c. 6] per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge [cfr. artt. 76, 77], quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali.
Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio [cfr. art. 81], di amnistia e di indulto [cfr. art. 79], di autorizzazione a ratificare trattati internazionali [cfr. art. 80].
Hanno diritto di partecipare al referendum tutti i cittadini chiamati ad eleggere la Camera dei deputati.
La proposta soggetta a referendum è approvata se ha partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi diritto, e se è raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi.
La legge determina le modalità di attuazione del referendum.

Il che significa che quel referendum si può chiedere, prendendo in giro i cittadini, consapevoli che quel referendum è ILLEGALE e INCOSTITUZIONALE, esattamente come costruire i campi di concentramento e i forni crematori.

In questo modo i Cinque Stelle evitano di affrontare i problemi con cui i cittadini si confrontano ogni giorno addossando la loro incapacità di affrontare quei problemi, la loro incompetenza e la loro viltà soggettiva di individui immorali al meccanismo dell’Euro.

Questo è un modo per ingannare e prendere in giro i cittadini Italiani da parte di “politici” la cui attività è finalizzata solo al potere per il potere, alla sedia per la sedia, come il Movimento Cinque Stelle la cui ideologia è l’ideologia nazista o, se preferite social populista che si riassume nel “vaffanculismo”.

Non c’è nessuna differenza fra Grillo, Berlusconi, Renzi, Salvini e Mattarella. Adorano tutti il macellaio di Sodoma e Gomorra e il pederasta in croce e quei modelli indicano la loro ideologia e il fine della loro politica.

Col referendum l’Italia ha salvato i valori della democrazia costituzionale, ma i buffoni sono sempre là. Se Berlusconi è caduto sui suoi bunga-bunga, Renzi sul delirio assolutista del dittatore assoluto, Salvini sul “forza Etna”, Grillo fallisce per stupidità. Una stupidità che lo ha portato a cercare persone più stupide di lui e che una percentuale di italiani sentono molto vicino a loro perché ritengono che i fallimenti esistenziali non sono stati prodotti dalle loro azioni, ma sono dovute al malocchio, alla sfortuna, alla possessione diabolica e a forze occulte contro le quali non serve una corretta gestione della società, ma la bacchetta magica di Herry Potter, l’esorcismo di Amorth, i tarocchi della fortuna, o il pederasta che venga con grande potenza sulle nubi.


Coraggio Italia.

Nessun commento:

Posta un commento