La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

lunedì 22 maggio 2017

Filosofi e stupratori

Il concetto di stuprare non è un concetto della filosofia
perché la filosofia ritiene che
qualsiasi violenza fatta all'uomo
non modifica la creazione di Dio.
Stuprare e stuprato non è un concetto che viene usato in filosofia.

La filosofia non concepisce l’uomo come divenuto per trasformazione e adattamento e, dunque, non concepisce le condizioni che possono stuprare il divenuto dell’uomo.

Lo stesso stupro fisico a cui sono sottoposti la maggior parte dei bambini in una società cristiana non viene perseguita se non quando viene “scoperto l’atto fisico”. Questo perché in un sistema cristiano non è concepibile il principio secondo il quale il Dio cristiano stupra l’uomo anche se tutti i libri sacri cristiani indicano gli atti attraverso i quali il Dio cristiano stupra l’uomo.

C’è voluta la nostra Corte di Cassazione per affermare che la violenza sui bambini compromette il loro normale sviluppo psico-fisico, ma ancora queste sentenze non sono entrate nella mentalità comune che ancora ritiene che qualunque cosa si faccia ai bambini, questo non compromette la creazione del loro Dio padrone.

Stuprare è l’atto con cui il Dio cristiano distrugge il divenire dell’uomo e se non diventa un principio fondamentale della filosofia continueremo a rinnovare lo stupro dell’uomo distruggendo il divenire della società umana.


Claudio Simeoni

Nessun commento:

Posta un commento