La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

sabato 13 maggio 2017

La Biennale d'Arte di Venezia

L'arte ha la capacità di portare le persone
a proiettare sull'immagine e sui suoni
ciò che loro sono e non ciò che vuole
l'artista.
C’è stato un tempo in cui seguivo la Biennale d’Arte di Venezia.

Molti artisti internazionali, nelle loro opere, riproducevano temi propri della Religione Pagana e anche quando la Religione Pagana non era nominata esplicitamente, i contenuti religiosi tendevano ad apparire nelle loro opere.
Vedi l’analisi di alcune opere all’indice:


Oppure, alcune osservazioni alla pagina:


C’è da dire che ero più affascinato dalle mostre collaterali che non dalla fiera dell’Arsenale e dei Giardini.

Poi arrivò il cattolicesimo, mise in piazza qualche milione di Euro e si comprò l’esposizione che divenne un’esaltazione del dio padrone e della violenza del padrone sulle strutture emotive degli uomini.

L’arte  rappresentata alla Biennale di Venezia fu declassata al puro servizio del padrone.

L’arte cessava di esprimere la libertà dell’uomo per diventare rappresentazione del possesso dell’uomo fino all’esaltazione del delirio.

A questo gioco, io non partecipo.

Pur avendo raccolto migliaia di immagini delle varie Biennali, è rimasto più l’amaro in bocca per un’arte ridotta a strumento di propaganda che nega l’arte capace di spingere l’uomo verso i grandi orizzonti dell’esistenza.

Il Ragazzo con la Rana, simbolo del divenire dell’uomo che per un paio d’anni ha dominato Punta della Dogana a Venezia, è stato rimosso. Come se Venezia avesse scelto di rinunciare al proprio futuro per fondare una vocazione di un monumento ad un passato cancellato.

Eppure, in qualche opera trapela qualche raggio di luce di un futuro possibile, ma sono solo vagiti di una possibilità che il carro armato della violenza del padrone mette rapidamente a tacere.

Claudio Simeoni


Nessun commento:

Posta un commento