La Boje

La boje, la boje, teare che a va par sora! Ma mi no ghè sarò.

Il ragazzo con la rana

Il ragazzo con la rana
Muore il fanciullo e nasce l'adulto Umano; muore il girino e nasce l'adulto Rana. La Morte come nascita è ciò che i veneti hanno dimenticato. Per questo c'è crisi economica e angoscia sociale.

venerdì 21 luglio 2017

Platone all'origine del nazismo

Questo testo fa parte del sesto
volume della Teoria della
filosofia Aperta di prossima
pubblicazione
La dittatura di Platone ha la necessità di un esercito compatto, di picchiatori che agiscano all’unisono, per violentare i cittadini in nome del bene della dittatura.

Scrive Platone:

“Ora – continuai – tu che sei il loro legislatore, come hai scelto gli uomini, con gli stessi criteri dovrai scegliere le donne da assegnare a loro, badando che siano il più possibile affini per carattere. Tali persone, poi, condividendo case e mense, e in privato non avendo nulla di tutto questo, per il fatto di essere accomunati nei ginnasi e nelle altre occasioni della vita quotidiana, credo che fatalmente saranno portati ad accoppiarsi per una specie di istintiva attrazione. O non ti sembra che quanto affermo abbia carattere di necessità?”.

Pag. 1192 - La Repubblica di Platone da "Platone tutti gli scritti" a cura di Giovanni Reale edizione Bompiani.

Platone considera gli uomini come il bestiame al mercato. Il bestiame al mercato viene considerato come Platone considera gli uomini. Bestiame e uomini sono, nella disponibilità giuridica di Platone, la stessa cosa. Cosa impedisce al legislatore Platone di mandare il bestiame al mattatoio e gli uomini nelle camere a gas? La sua soggettività. Egli, onnipotente, sceglie. Il nazismo non è la camera a Gas. Ma la presenza della possibilità ideologica che gli elementi espressi portino alla camera a gas. Come Hitler in nome di Gesù giustifica la soluzione finale, così Platone, in nome del bene pubblico, può giustificare la soluzione finale di una parte della popolazione.


L’ideologia nazista è l’ideologia di Platone che alimenta accondiscendenza nutrendo l’immaginazione degli schiavi che si identificano con l’assolutismo di Platone e che si pensano partecipi a quell’assolutismo.

Tratto da: Platone all'origine del nazismo.

Claudio Simeoni

Nessun commento:

Posta un commento